shinystat spazio napoli calcio news KKN, Riccardo Bigon: "Abbiamo le idee chiare, vogliamo top player motivati e che sposino a pieno il nostro progetto. Mascherano? Stiamo valutando tutte le possibilità..."

KKN, Riccardo Bigon: “Abbiamo le idee chiare, vogliamo top player motivati e che sposino a pieno il nostro progetto. Mascherano? Stiamo valutando tutte le possibilità…”


Il direttore sportivo del Napoli Riccardo Bigon è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli per parlare del prossimo mercato azzurro. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli: “Le nuove regole sul calciomercato in merito di comproprietà ci avvicinano di più al modello europeo. Era un’usanza tutta italiana, che spiana la strana ad acquisti diretti, evitando complicanze per il futuro. Insieme allo staff tecnico del Napoli abbiamo le idee molto chiare, senza avere fretta: stiamo vagliando più possibilità ma sappiamo cosa cerchiamo, in particolar modo quali sono le caratteristiche tecniche e motivazionali dei nostri futuri innesti e su questo non transigeremo. Per ora abbiamo più obiettivi ed altrettante possibilità, vedremo cosa succede”.

KOULIBALY. “Non abbiamo ancora ufficializzato questo acquisto ma non credo ci saranno problemi a riguardo. E’ un grandissimo giocatore, che può crescere ancora tanto in prospettiva. Non dimentichiamo poi che abbiamo anche già acquistato un portiere talentuoso ed esperto quale Andujar, che farà parte della Nazionale argentina ai prossimi Mondiali. Stiamo lavorando bene, i tifosi devono avere fiducia”.

MASCHERANO. “Stiamo vagliando tutte le possibilità a riguardo. Abbiamo stilato un profilo del nostro giocatore ideale, a prescindere dal nome o dal blasone. Non serve essere un campione altisonante: per noi è fondamentale sposare a pieno il progetto Napoli, essere motivati ed ambiziosi, abbracciando con entusiasmo le idee di Benitez. La nostra idea è assemblare una squadra sempre più competitiva ed in crescita, che possa lottare per tutte le competizioni.

MONDIALE. “Quest’anno al Mondiale avremo tantissimi giocatori azzurri impegnati in Brasile e ne seguiremo da vicino le sorti. Sono ben 13 per ora, più  quattro tra comproprietà, acquisti e rientri dai prestiti. Non credo che il Mondiale sia una vetrina per il mercato: ci sono giocatori già noti e conosciuti che è quasi inutile monitorare ancora o vagliare, il nostro compito invece è scovare nuovi talenti in competizioni diverse. Ripeto, abbiamo le idee chiare e non deluderemo i tifosi ma ci vuole un po’ di pazienza: ancora qualche settimana”.

RIPRODUZIONE RISERVATA