shinystat spazio napoli calcio news LIKE & DISLIKE- Seconda cinquina consecutiva, chiusa al meglio la stagione

LIKE & DISLIKE- Seconda cinquina consecutiva, chiusa al meglio la stagione


Like and Dislike icons

Il boato delle scuole – Immagini che tutti vorrebbero sempre vedere, i bambini sugli spalti liberi di festeggiare la propria squadra; quasi diecimila presenti nel settore dei distinti “grazie” alla squalifica del campo e alla contemporanea apertura solo per le scuole. I giovani tifosi non smettono un secondo di incitare gli azzurri e ad ogni rete, con il loro boato, fanno dimenticare le curve vuote.

Ancora Zapata – Lasciato nel dimenticatoio e spesso criticato per gran parte della stagione, nelle ultime partite Duvan è apparso un altro giocatore; seconda doppietta consecutiva, dopo quella di Genova contro la Sampdoria, e quinto goal in campionato. Chiude il suo primo anno azzurro sorprendendo tutti con la consapevolezza che, dandogli continuità di prestazioni, la dirigenza potrebbe anche evitare di cercare un vice Higuain in estate.

La coppia dei sogni – Callejon&Mertens, l’emblema di questa stagione del Napoli; i due acquisti più azzeccati dalla dirigenza. Lo spagnolo chiude la stagione con 20 g0al tra tutte le competizioni, facendo ricredere chi storceva il naso quando Benitez dichiarò che avrebbe timbrato il cartellino almeno 15 volte; lo spagnolo, con questa doppietta, arriva ad 11 in campionato confermandosi  nuovo beniamino dei tifosi e pronto a giocarsi il Mondiale con il suo Belgio.

Like and Dislike icons

Curve vuote – Il rovescio della medaglia; se da un lato si è soddisfatti dell’apporto dei bambini, dall’altro non si può che essere insoddisfatti nel vedere le due curve grige e mute. Il calcio e le squadre hanno bisogno dei tifosi, per fortuna che questa squalifica sia arrivata a fine stagione.

Primo tempo dell’Hellas – Ci si aspettava di più da una squadra che lottava per un posto un Europa, invece il Verona nella prima frazione di gioco non scende in campo lasciando tutto il pallino del gioco nelle mani del Napoli. Non che siano mancati lo spettacolo e i goal ma tutti si sarebbero aspettati una partita con più intensità e ritmo.

Britos – Non che in una partita come questa possa veleggiare su tutti un peggiore in campo, e infatti non lo è; il difensore centrale azzurro è stato semplicemente il meno convincente dei 14 mandanti in campo nella partita. Partita che rientra nella mera sufficienza la sua con poche azioni e interventi di rilievo.