shinystat spazio napoli calcio news Benitez pensa al futuro. Si cerca "il pezzo da novanta" in difesa

Benitez pensa al futuro. Si cerca “il pezzo da novanta” in difesa


Con la gara di domenica prossima al San Paolo contro il Verona si metterà la parola fine su questa prima stagione in azzurro di Rafa Benitez. Stagione conclusasi con la qualificazione ai preliminari di Champions e la vittoria della quinta coppa Italia della storia del Napoli. Ci sarà poco tempo per riposarsi per il tecnico spagnolo in quanto gli impegni del prossimo agosto saranno fondamentali, e allora meglio iniziare a lavorare subito sul mercato per non farsi trovare in ritardo quando si partirà per il ritiro di Dimaro. Con il Presidente De Laurentiis impegnato a Los Angeles per impegni cinematografici toccherà a Rafa, così come scrive Il Mattino, iniziare a tessere le tele, disegnare le strategie e contattare i big della Premier e della Liga. Non è un mistero: sogna Agger e Vermaelen, andrebbe praticamente a piedi fino a Barcellona per un sì di Mascherano (leggi qui). “Il nostro mercato dovrà essere fatto pensando all’Italia ma anche alla Champions: abbiamo fatto molto bene in questa stagione, ma per ripeterci dobbiamo inserire giocatori in grado di far bene in campionato ma anche in Europa“. 
Sembra un rompicapo, ma non lo è. O meglio, lo è nelle parole. Ma non nella traduzione. Per intendersi: va bene Koulibalyverrà annunciato dopo la gara con l’Hellas – ma a patto che venga pure «il pezzo da novanta» promesso da De Laurentiis in difesa. Stesso discorso a centrocampo, perché nel suo italiano «spagnoleggiante» quando Benitez parla di difesa fa riferimento alla fase difensiva. E allora è chiaro che vuole Gonalons. E lo vuole subito. Perché sa che lungo la strada gli intoppi sono tanti. “Voglio avere il prossimo anno una squadra forte e competitiva in tutte le partite, sia a livello nazionale che internazionale”. Dunque una rosa più completa. Mormora. “Se Zapata va avanti con questi progressi mi metterà in difficoltà nella scelta del vice-Higuain”. Nessuno gli crede. La sua è solo una battuta: il colombiano andrà via, per il suo bene.
Serve uno più pronto. Magari Gilardino (15 gol in serie A quest’anno) ma va bene anche qualcun altro. Qualcuno che Rafa ha già individuato.