shinystat spazio napoli calcio news Contro la Samp per migliorare la media gol e per inseguire un clamoroso record

Contro la Samp per migliorare la media gol e per inseguire un clamoroso record


La partita contro la Sampdoria in programma questo pomeriggio allo Stadio Luigi Ferraris di Genova alle ore 15.00 si presenta come il classico incontro di fine stagione. Sia i partenopei che i doriani non saranno accecati dal fervore agonistico caratterizzante delle squadre ancora alla ricerca di preziosi obiettivi. Il Napoli ha blidato il terzo posto, la Samp la salvezza ed è facile ipotizzare ritmi blandi e compassati nel penultimo appuntamento di Serie A.

Allora cosa potrebbe infiammare il match? Il Napoli vorrebbe impreziosire la prima annata di Rafa Benitez sulla panchina azzurra con un record numerico clamoroso: sfondare quota 100 gol in una singola stagione. Sono già 94 le reti messi a segno in questa stagione nelle 51 uscite ufficiali per una media di 1.84 gol a partita. Questo Napoli ha la media gol stagionale più alta dal dopoguerra ai giorni nostri. Numeri che superano (con ancora due incontri da disputare) quelli fatti registrare da importanti importanti formazioni del passato azzurro come quella guidata da Bianchi nella stagione 87/88 (1,82) e l’ultima di Walter Mazzarri (1.83). Le uniche volte in cui il Napoli si è reso protagonista di un rendimento migliore di quello corrente risalgono ai campionati anteguerra.

Una vera e propria macchina da gol messa in moto dal tecnico ex Liverpool, costruita sulle prestazioni individuali di calciatori come Higuain, Callejon e Mertens rivelatisi estremamente prolifici. Un obiettivo, però, che si prospetta arduo per la banda azzurra.

Mancano, infatti, solo 180 minuti alla fine delle ostilità e se la media gol restasse immutata anche nei prossimi due match si arriverebbe alla cifra di 97-98 reti. Al Napoli è dunque richiesto un impegno straordinario, un ultimo colpo di coda per iscrivere ancor di più questa stagione nella storia nel club dopo la vittoria della Coppa Italia.

Privi del Pipita, gli azzurri dovranno bucare la rete almeno tre volte sia contro la Sampdoria, sia contro il Verona (ultimo impegno dell’anno) per il raggiungimento di un obiettivo che, se raggiunto, iscriverebbe di diritto il Napoli negli almanacchi storici del nostro calcio. Un motivo in più per onorare al meglio gli ultimi scapoli di campionato e garantire spettacolo e furore agonistico anche a conti già scritti.

Antonio Allard

RIPRODUZIONE RISERVATA