shinystat spazio napoli calcio news Turris, calciatori aggrediti dagli ultrà prima dell'allenamento

Turris, calciatori aggrediti dagli ultrà prima dell’allenamento

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

TORRE DEL GRECO – “Andate via, stranieri”. Prima le frasi, poi l’invasione di campo, infine l’aggressione. Nuova giornata nera per lo sport a Torre del Greco, dove i giocatori della Turris (serie D, girone H) sono stati picchiati e costretti a non sostenere la programmata seduta di allenamento in vista della trasferta di giovedì contro il San Severo.
Quattro persone – da quanto hanno raccontato i dirigenti corallini agli agenti del commissariato di polizia a cui sono affidate le indagini – sono entrate in campo prima della programmata seduta pomeridiana, aggredendo a colpi di cinture, calci e schiaffi i tesserati, costringendoli a rifugiarsi negli spogliatoi.

L’aggressione segue un periodo di forte tensione tra tifosi e dirigenza dopo l’annuncio del presidente Mario Moxedano di lasciare Torre del Greco a fine stagione e dopo che a inizio marzo i calciatori furono costretti a sfilarsi le maglie a seguito del pareggio esterno contro il Real Metapontino. Da quel pari la Turris ha ottenuto sette vittorie consecutive che l’hanno portata a tre punti dalla capolista, il Taranto, che giovedì riposa. “Non metteremo più piede a Torre del Greco – dice il direttore generale Franco Mango – quattro persone hanno avuto la meglio sulla parte sana della città che ci ha sempre sostenuti”. Domani la squadra si allenerà a Mugnano.

Fonte: Il Mattino

Preferenze privacy