shinystat spazio napoli calcio news Somma: "Marek soffre il nuovo modulo. Benitez deve farlo sentire importante!"

Somma: “Marek soffre il nuovo modulo. Benitez deve farlo sentire importante!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“Che cosa ha Marek? Si è spostato il baricentro della squadra, oggi il Napoli gioca diversamente rispetto allo scorso anno. Marek è un ragazzo serio e si ritroverà”. Mario Somma – adesso commentatore di punta di Rai Sport – è uno dei cinque allenatori che lo slovacco ha avuto alle sue origini al Brescia. Ma cambia poco: anche se senti Alberto Cavasin, Rolando Maran, Zdenek Zeman o Serse Cosmi la musica non cambia. Chi l’ha fatto debuttare, chi gli ha dato fiducia, chi gli ha affidato i calci di rigore.
Somma, in cosa è stato bravo Reja?
“Secondo me a dargli serenità e fiducia. Marek è un ragazzo che rende al massimo quando gioca senza pressioni. E lui, pur avendo avuto subito grandi responsabilità in campo, si è sentito protetto e garantito da Edy Reja”
Forse questo è il suo peggior momento della carriera?
“Può darsi, ma non ne farei un dramma: prima o poi doveva arrivare una fase non proprio brillante della sua carriera. Ne esce fuori con la testa, il suo punto di forza”.
Cosa deve fare Benitez per recuperarlo al 100 per cento?
“Facendogli sentire la sua fiducia. Marek è uno che ha bisogno di sentirsi importante”.
Lei lo faceva?
“Io a 19 anni gli facevo tirare i calci di rigore, una grande rigorista: con me fece 6 centri su 7. Avevo notato in allenamento, la freddezza con cui colpiva dal dischetto. L’unico errore contro il Bologna ma soltanto dopo che l’arbitro decise di fargli ripetere la trasformazione”
Perché questa involuzione di Hamsik?
“Sono cambiati gli spazi, è cambiato il baricentro della partita, ora le partite del Napoli si svolgono principalmente nella metà campo avversaria e quindi gli spazi sono sempre intasati ed è difficile per lui trovare quegli inserimenti che sono quelli che più ama”.
Un talento che quest’anno sta deludendo?
“Ad Hamsik non piacciono negli spazi stretti e il dribbling ravvicinato; è invece un grandissimo finalizzatore”.
Lo ha paragonato a Thomas Muller?
“È vero, quando vedo giocare Muller del Bayern Monaco mi ricorda Hamsik: sono gli unici ad avere una capacità di inserimento sotto porta dirompente”. 
Somma, dove farebbe giocare Hamsik?
“Ovunque. Io al Brescia gli ho fatto fare il regista, l’incontrista, la mezz’ala, il trequartista. E persino il terzino”. 

Fonte: Il Mattino.

Preferenze privacy