shinystat spazio napoli calcio news Criscitiello: "Il figlio di De Laurentiis è un grande maleducato"

Criscitiello: “Il figlio di De Laurentiis è un grande maleducato”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nel suo consueto editoriale del lunedì, Michele Criscitiello, direttore di Tuttomercatoweb, ritorna sulla polemica della scorsa settimana tra Marotta e la famiglia De Laurentiis. Criscitiello è molto duro nel giudicare le parole del figlio del patron azzurro, Luigi De Laurentiis, che a suo dire è stato “un grande maleducato” nei confronti del dirigente bianconero. Ecco le sue parole sulla vicenda:

“Altra coppia che scoppia: è stata la settimana di Giueseppe Marotta, Beppe per gli amici, e Luigi De Laurentiis, il figlio di papà per i nemici. Bene, da Lione, Beppe ha sputato l’oliva che gli era rimasta in gola al San Paolo. Peccato che abbia beccato, dritto in fronte, De Laurentiis (il figlio di papà per i nemici). Gigi, per i suoi amici, ha definito “un grande ignorante” il Direttore Generale della Juventus che a Torino, quest’anno, vincerà il terzo scudetto consecutivo, vuole provare a vincere una coppa europea e ha rimesso in ordine i bilanci della Regina d’Italia. Se Beppe ha rosicato, per un attimo, per la sconfitta a Napoli, Gigi è stato un gran maleducato. Il suo Napoli deve dimostrare anche da questi gesti di meritare palcoscenici importanti, invece, continua a perdere punti con le piccole e le medio grandi. In Europa è uscito subito dalla Champions e, quasi subito, dall’Europa League. La stagione di Benitez non si può, assolutamente, definire positiva e il distacco dalla Juventus è pari alla distanza tra Capri e Carpi. Sembrano uguali ma non lo sono. Chi è Capri e chi Carpi? Che saranno due faraglioni. I napoletani sentono la partita con la Juventus come l’evento dell’anno e, giustamente, i tifosi fanno i tifosi ma i dirigenti devono/dovrebbero restare sempre tra le righe del rispetto e dell’intelligenza pallonara. Ci dicono, però, che Beppe dopo l’attacco di Gigi non ha deciso di smettere con il calcio; se ne farà una ragione e non invierà neanche il c.v. per partecipare al prossimo cinepanettone. Al massimo consiglierà a Gigi un difensore per rinforzare la rosa di Benitez che ha costruito la squadra dimenticandosi di quelli che giocano nella propria metà campo.”

Preferenze privacy