shinystat spazio napoli calcio news INCREDIBILE - L'ex Zenit Hagen: "Pagammo un arbitro per vincere in Coppa Uefa"

INCREDIBILE – L’ex Zenit Hagen: “Pagammo un arbitro per vincere in Coppa Uefa”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“Pagammo un arbitro per vincere in Coppa Uefa”, l’ accusa shock del trentottenne Erik Hagen, ex Zenit San Pietroburgo dal 2005 al 2008, sconvolge il calcio russo.  Secondo il norvegese, i giocatori dello Zenit San Pietroburgo pagarono un arbitro prima di una partita di coppa Uefa per garantirsi il risultato. “Uno dei nostri compagni conosceva l’arbitro – confessa Hagen al quotidiano`VG´- A noi spettavano bonus pazzeschi per le vittorie in Europa, 12mila dollari a testa. E prima di una partita ci fu detto che se avessimo sborsato ciascuno 3mila dollari per l’arbitro, avremmo vinto. Mi ribellai dicendo che era una follia, che eravamo superiori agli avversari ma alla fine abbiamo pagato tutti”

Nessun riferimento alla gara, né alla stagione o all’arbitro, ma rivela che nella partita comprata, gli avversari dello Zenit si videro annullare quattro gol per fuorigioco, tutti regolari.  L’arbitro in questione, contattato telefonicamente da ‘VG’, ha negato tutto: “No, è una stupidaggine! E’ solamente una stupidaggine! Non ho ricevuto nessuna offerta. Una cosa del genere non mi è mai successa”.
Le combine non riguarderebbero solamente le coppe europee, ma anche il campionato russo: “I nostri ultimi 10 match? Mio Dio…tutte le decisioni degli arbitri andavano in nostro favore – spiega -. Era decisamente imbarazzante”. Anche il connazionale Jalland, ex Rubin Kazan, la pensa allo stesso modo: “Era normale andare in campo e avere l’impressione che il risultato fosse già stabilito, indipendentemente da cosa facevi”.
Lo Zenit ha replicato con il portavoce Evgeny Gusev: “Siamo estremante sorpresi dalle parole di Hagen, abbiamo sempre seguito e continuiamo a seguire i principi del fair-play e dimostriamo il nostro valore in campo”.
Preferenze privacy