shinystat spazio napoli calcio news Il Napoli si gode il secondo giorno di relax, Zuniga verso il rientro

Il Napoli si gode il secondo giorno di relax, Zuniga verso il rientro

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Casa, dolce casa. Finalmente, e per due giorni di fila. Soprattutto quando si torna con animo sollevato e i piedi resi leggeri da una notte perfetta in tutto. Dal risultato, alla tipologia di avversaria superata, allo spettacolo offerto ai circa cinquantamila. Ora però c’è la possibilità di togliersi finalmente (da ieri) quegli scarpini divenuti incandescenti nel corso di sette mesi e qualche giorno tiratissimi. Dal 25 agosto dello scorso anno il Napoli ha infatti disputato ben 45 match fra Campionato (31), Champions (6), Europa League (4) e Coppa Italia (4). Il che sta a significare che in 218 giorni, ha giocato ogni 4,8 di media, che poi finisce per abbassarsi ancora se al totale sottraiamo i quindici giorni di pausa natalizia.

LA RIPRESA. E’ fissata per domani. Gli azzurri quindi torneranno ad assaporare quella cadenza settimanale che è mancata quasi sempre. Si ripartirà con Parma-Napoli di domenica 6 aprile (20,45), e così via di settimana in settimana, sino al sabato 3 maggio, la notte di Coppa all’Olimpico. E poi riecco un match dopo appena tre giorni: martedì 6 maggio arriverà il Cagliari al San Paolo per la ripresa di campionato. Nel frattempo giunge propizio il break, per ricongiungersi con famiglie ed amici, con la possibilità di organizzare ritempranti mini-tour.

SEI MESI. Sei mesi sono lunghi da passare…, sulla falsariga di un noto refrain musicale. Tanto è stato fuori Camilo Zuniga, che sicuramente non vede l’ora di tornare dopo l’intervento al ginocchio. Il countdown è cominciato già da tempo e potrebbe entrare a giorni nella fase calda. Di certo per il colombiano (che si sta allenando da un po’ col resto della squadra) si prospetta inizialmente qualche panchina. Occorre accelerare (ma con cautela) anche perché il treno dei Mondiali sta per passare. E poi Mesto, a cui manca solo il sapore del campo, dopo cinque mesi di stop e le prime convocazioni. Infine Maggio: potrebbe riaggregarsi proprio domani, visto che il pneumotorace che l’aveva bloccato in allenamento durante la trasferta ad Oporto, sembra aver fatto il suo decorso.

FONTE Corriere dello Sport

Preferenze privacy