shinystat spazio napoli calcio news LIKE & DISLIKE di Napoli-Fiorentina - Grande ritmo in dieci e Callejon tuttofare, ma cambi sbagliati: perchè sostituire il Pipita?

LIKE & DISLIKE di Napoli-Fiorentina – Grande ritmo in dieci e Callejon tuttofare, ma cambi sbagliati: perchè sostituire il Pipita?


Like and Dislike icons#GRINTA – Un intero secondo tempo in dieci, ma più Napoli che Fiorentina. Tanta grinta e ritmo nonostante l’uomo in meno. Peccato per il finale di partita, avrebbe meritato un altro esito.

#CALLEJON 2X1 – Prima ala, poi terzino. Dopo punta e nuovamente ala. E’ dappertutto. Dotato di una duttilità incredibile, riesce a dare il suo contributo sia in fase difensiva che offensiva. A seguito dell’espulsione arretra di parecchi metri, ma riesce a percorrere l’intera fascia ininterrottamente. Stoico.

#GIOCO Gli azzurri creano tanto sia in undici che in dieci. Sfortunati in più di un’occasione, miracoloso Neto in altre. Dopo aver vinto giocando male con il Torino, gli uomini di Benitez perdono disputando una buona prestazione. Peccato. La Fiorentina è la seconda squadra – dopo il Parma – ad espugnare il San Paolo in questa stagione.

Like and Dislike icons

#RINUNCIA – Il Napoli, nonostante l’espulsione, non si scoraggia. Almeno fino alla sostituzione di Higuain. Le flebili speranze di agguantare il secondo posto si spezzano al minuto ottanta. L’uscita dell’argentino dal campo per far spazio a Behrami è chiaramente segno di rinuncia. Rinuncia alla vittoria. Paura di osare.

#ARBITRAGGIO – Sfortuna, cambi sbagliati, occasioni sprecate. Elementi ricorrenti in più partite che hanno certamente pesato sull’esito del match. Ma non può passare inosservato l’arbitraggio di Paolo Tagliavento di Terni. Il direttore di gara espelle probabilmente in maniera avventata Ghoulam. Il fallo non è nettissimo e la presenza di Albiol non può far considerare l’intervento da ultimo uomo. Restio nel mostrare cartellini agli avversari, appare confuso e non sempre lucido nel prendere decisioni. Da segnalare anche il brutto fallo su Mertens non punito nel finale.

#INFORTUNIO MERTENS – Con un’ infermeria mai vuota e con parecchie defezioni a lungo termine riscontrate nell’arco della stagione, è l’ennesima sfortuna capitata. Sfortuna, proprio così, perchè gli infortuni di quest’anno sono tutti di natura traumatica, non muscolare. La preparazione, dunque, non c’entra. La caviglia del folletto belga gira in modo anomalo e fa preoccupare tutti. Si spera in un breve recupero, ma le sensazioni non sono positive.

Andrea Gagliotti

Riproduzione riservata