shinystat spazio napoli calcio news Napoli-Fiorentina dati, precedenti e un pizzico di amarcord

Napoli-Fiorentina dati, precedenti e un pizzico di amarcord


Statistiche – Napoli e Fiorentina si sono sfidate in serie A 127 volte nell’arco della propria storia. Se il computo totale delle sfide è a vantaggio dei viola con 50 vittorie 42 affermazioni del Napoli e 35 pareggi, 162 goal fatti e 130 subiti, la musica cambia quando gli azzurri hanno giocato fra le mura amiche.
Nelle sfida casalinghe il Napoli vanta 28 vittorie 20 pareggi e 15 sconfitte, con 78 reti per i partenopei e 62 per i gigliati. Ultima vittoria casalinga degli azzurri datata 2 settembre 2012, il Napoli si impose per 2-1 con reti di Hamsik e Dzemaili in una sfida ricordata in particolar modo per un campo al limite della praticabilità. L’ultima affermazione dei viola a Fuorigrotta risale al 13 Marzo 2010, la Fiorentina allora allenata da Prandelli superò gli uomini di Mazzarri  per  3-1, Gilardino (doppietta) e Jovetic i marcatori, a nulla valse il provvisorio vantaggio di Ezequiel Lavezzi. Sconfitta imprevista ma che non compromise la marcia del Napoli verso il terzo posto raggiunto in quella stagione. 

Amarcord – Ma Napoli-Fiorentina va oltre questi freddi dati, per i tifosi azzurri sarà sempre più di una semplice partita, è una sfida che la storia ha indissolubilmente legato ad una data: 10 Maggio 1987. Era la 29esima giornata, il Napoli allenato da Ottavio Bianchi e guidato dal suo capitano Diego Armando Maradona comandava la classifica con 40 punti, con l’Inter di Trapattoni distanziata di tre lunghezze. Sarebbe bastato un punto per realizzare un sogno che nessuno in tanti anni in città era riuscito neanche a nominare. Di una partita simile basta ricordare dei flash: Carnevale che servito da Giordano porta il Napoli in vantaggio in un San Paolo delirante dalla gioia, un giovane Roberto Baggio che riporta il risultato il parità con una perla su punizione ma che non spezza l’incantesimo, intanto l’Inter cade a Bergamo. Finisce 1-1, Napoli esplode in un urlo di gioia tenuto dentro per troppo tempo, 10 Maggio 1987 : è campione d’Italia per la prima volta in 61 anni di storia.

il presente – Il progetto di De Laurentiis e Benitez è proprio quello di far rivivere alla città quei fasti leggendari in un futuro più che prossimo, ma adesso c’è una stagione da terminare, e bene. Il Napoli, terzo, rincorre un fondamentale secondo posto, la Fiorentina di Montella cercherà uno sgambetto proprio per rilanciarsi in una disperata corsa ai preliminari di Champions, come andrà a finire sarà il campo a deciderlo.

Edoardo Brancaccio