shinystat spazio napoli calcio news LIKE & DISLIKE - Napoli, stesso copione stesso gioco: decide Higuain

LIKE & DISLIKE – Napoli, stesso copione stesso gioco: decide Higuain


Like and Dislike icons

 

Tre punti – Sono forse immeritati i tre punti che il Napoli porta a casa dalla trasferta di Torino, ma sono provvidenziali per mantenere vivo il campionato azzurro. Un pareggio all’Olimpico sarebbe stato una resa nella sfida alla Roma per il secondo posto. Oggi la squadra di Benitez è scesa male in campo – come capita spesso ultimamente – ma è riuscita con il solito carattere a portare a casa la vittoria. Sono bastati i dieci minuti finali, ma non si possono concedere ancora 80 minuti di poco gioco…

Higuain – Qualunque sarà il piazzamento in campionato del Napoli, i tifosi dovranno ringraziare solo un giocatore: Gonzalo Higuain. L’argentino è sempre di più l’uomo copertina, è sempre di più l’attaccante dei gol che pesano e che decidono le partite. Senza le sue reti, oggi i punti dei partenopei sarebbero molti meno e forse non staremmo a parlare di secondo posto, ma di lotta per il terzo…Il Pipita è l’essenza della squadra, ma chi lotta per i grandi obiettivi, non può far affidamento verso un solo giocatore.

Tifo azzurro – In una partita con pochi spunti tecnici e tattici, dobbiamo dare una nota di merito ai tanti cuori napoletani che hanno seguito il gruppo in trasferta. Le loro voci e il loro incitamento si sono fatti sentire in tutto l’arco di match e sono stati lo spot più bello verso i soliti beceri insulti al popolo partenopeo.

Like and Dislike icons

 

Squadre “mediopiccola”, stessi errori – Probabilmente le esperienze vissute quest’anno contro Sassuolo, Atalanta e Livorno – solo per citare alcune formazioni – non sono servite ai ragazzi di Benitez. Ancora una volta, ottenuta la vittoria con una grande (la Roma), il Napoli sbaglia l’approccio e regala ottanta minuti al Torino, che probabilmente non doveva uscire senza punti dall’Olimpico. Oggi anche la fortuna ha giocato dalla parte degli azzurri. La traiettoria del tiro di Immobile sarà il prossimo studio degli studiosi della Harward University, dopo la scoperta delle onde sonore del Big Bang.

Poco gioco, poca grinta – Nell’arco di tutta la stagione abbiamo visto come i partenopei soffrano gli avversari che si chiudono. Ventura non è nuovo al gioco del calcio ed ha capito questo limite, impostando la sua partita sulla difesa e sulla ripartenza. Detto questo, chi ambisce a conquistare la seconda piazza del campionato deve provare a fare qualcosa in più. Il Napoli di questa sera è insufficiente sotto il punto di vista tattico: sono mancate le geometrie e le verticalizzazioni. E’ mancata anche la grinta nel cercare il gioco.

Posizionamento difesa – Sempre per la serie degli stessi errori, la difesa è tornata ad essere molto vulnerabile. Il Torino nelle poche azioni che ha costruito ha sempre messo in difficoltà la retroguardia azzurra, che era spesso fuori posizione. Gli esterni sono mancati in fase di copertura con un Ghoulam troppo falloso e distratto. Già inizia l’allarme per l’Europa League: il Porto non avrà bisogno di attaccare e può sfruttare il contropiede. Benitez in tre giorni dovrà lavorare molto.