shinystat spazio napoli calcio news Higuain vs Destro, due attaccanti per tante motivazioni

Higuain vs Destro, due attaccanti per tante motivazioni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il duello. La sfida tra Napoli e Roma non è soltanto una occasione di scontro tra due delle formazioni più rivali della Serie A, ma è anche un duello tra alcuni dei migliori giocatori dell’intero campionato. Sia la squadra di Benitez, sia quella di Garcia, hanno una propensione nel gioco d’attacco e per questo i centravanti sono privilegiati nella costruzione dell’azione. Questa sera la battaglia a suon di gol, dovrà essere disputata da Gonzalo Higuain e Mattia Destro, entrambi dovranno sostenere il peso del reparto offensivo ed entrambi dovranno dar seguito alle enormi rispettive motivazioni

Qui Higuain. Il Pipita si è dimostrato essere, sotto il Vesuvio, un fuoriclasse assoluto. Dopo i vari anni a Madrid, è approdato a Napoli con il difficile compito di non far rimpiangere Cavanti ed ora, ad otto mesi dal suo arrivo, si può dire che è riuscito nell’impresa di sostituire il Matador. I suoi gol – 20 in 35 partite – parlano da soli, ma più delle marcature, Higuain sta impressionando per il gioco. Nella gara di Livorno, gli azzurri non hanno saputo gestire l’assenza dell’argentino e sono andati in difficoltà in avanti. Gonzalo dovrà dimostrare ancora una volta che questa squadra deve essere costruita intorno a lui e che nelle occasioni fondamentali, i gol pesanti del Pipita non mancano mai.

Qui Destro. Anche i numeri di Destro non sono pessimi. Rientrato in autunno dopo un lungo infortunio, il giovane ragazzo ha saputo gestire il ritrovato posto da titolare che gli ha concesso Garcia. Con 6 reti in 11 gare disputate, la sua media viaggia su ritmi alti. I problemi per l’ex Siena sono però legati all’assenza di Totti. L’attacco giallorosso – a detta di molti – perde efficacia quando manca lo storico capitano. Lo stesso Destro, non riesce a garantire la qualità del numero 10, e in molti dalle parti della capitale, non credono in un suo futuro da protagonista. Il centravanti, d’altronde, deve farsi perdonare molte cose, tra cui anche i gol sprecati contro il Napoli sia lo scorso anno sia nell’ultima sfida di Coppa Italia.

La sfida è lanciata ed in barba alle tante motivazioni, il vincitore questa sera sarà soltanto uno.

Preferenze privacy