shinystat spazio napoli calcio news Roma, Garcia: “La pressione è sul Napoli. Strootman ci sarà, Bastos è vicino al 100%”

Roma, Garcia: “La pressione è sul Napoli. Strootman ci sarà, Bastos è vicino al 100%”


Ancora il Napoli sulla strada della Roma. Dopo la sconfitta in Coppa Italia, i ragazzi di Rudi Garcia tornano al San Paolo. In palio punti Champions. L’allenatore della Roma alleggerisce la tensione: “Non è la finale del campionato. Ci sono ancora 11 partite per loro, 12 per noi, siamo sei punti avanti e abbiamo una partita in meno. La pressione è su di loro, se perdono è quasi finito tutto. Se noi perdiamo rimaniamo secondi. Noi siamo forti, anche loro. Spero di vedere lo spettacolo visto nella semifinale d’andata. Un ambiente forte, con due squadre forti”. Napoli-Roma, con Kevin Strootman in campo: “Per fortuna è solo un colpo. Ha recuperato, sarà con noi domani al 100%”. Garcia fa il bilancio degli scontri stagionali contro il Napoli: “Per il momento abbiamo giocato tre volte con loro, abbiamo vinto due volte ed abbiamo segnato entrambi 5 gol. Hanno il secondo attacco del campionato, noi il terzo. Può succedere di tutto, dobbiamo fare in modo, come dopo la Juventus, di dimostrare che possiamo vincere lo stesso. Il migliore vince, spero di vedere una bella partita e per fare ciò serve il 100% di tutti i protagonisti”. Gli errori da evitare? “Gli errori individuali in difesa, ma questa è solo concentrazione. Anche sui calci piazzati dobbiamo difendere meglio. Queste fasi possono decidere le partite, dobbiamo essere pronti a sfruttare le palle inattive”. Garcia ritorna sull’episodio di Daniele De Rossi, escluso da Prandelli: “Il codice etico è giusto, ma il problema è che tutto ciò che porta all’interpretazione non va bene. Daniele era già condannato dalla tv e dalla non convocazione, ma è solo un mio avviso. Era meglio convocarlo e magari dopo il giudizio rispedirlo a casa. La cosa era già fatta prima, ma la tv non vede tutto. E’ come le statistiche: si possono mostrare cose che sembrano violente, ma era sotto gli occhi di tutti. Hanno visto tutto, se non hanno fischiato hanno intrapreso come un movimento normale. Non difendo Daniele, ma parlando con lui mi ha detto che neanche si è accorto di questo e nenache Icardi. Dobbiamo fare in modo di pulire queste cose nell’area, ma lo deve fare il giudice di linea, ma è difficle. Il gioco è un calcio di contatto, non danza. Bisogna avere una misura giusta per tutti”. Alcuni infortunati e tanti Nazionali di rientro, un pareggio potrebbe andar bene? “Si, è evidente. Ma se giochi per il pareggio rischi di perdere. Bisgona giocare per vincere, come ogni partita bisogna adattarsi al gioco sul campo. Se non vinciamo lasciare il Napoli a sei punti sarà positivo, ma prima dobbiamo giocare per vicere, poi vedremo”. La condizione di Bastos? “Sta migliorando. Sapevamo che doveva recuperare, si è inserito nel gruppo in maniera eccezionale, ma lo sapevo. E’ un buon ragazzo e la rosa è intelligente, ora è più vicino al 100% ed aiuterà la squadra di più. Ha le qualità per giocare sulla fascia sinistra. Ora è il tempo migliore, sia per lui che per noi”.

Fonte: gianlucadimarzio.com