shinystat spazio napoli calcio news RILEGGI IL LIVE - Henrique E Doblas ospiti a +N

RILEGGI IL LIVE – Henrique E Doblas ospiti a +N


Puntata numero cinque di “In Casa Napoli”. Ospiti di eccezione della serata sono Henrique e il neo arrivato Toni Doblas . I due giocatori saranno in studio per spiegare i loro primi momenti con la nuova maglia e anche per giustificare le ultime prestazioni del Napoli, con due pareggi consecutivi in campionato. Ospiti della trasmissione, in veste di opinionisti, sono Andrea Pressenda, Xavier Jacobelli, Pino Taglialatela, Beppe Savoldi, Marino Bartoletti e Biagio Izzo. Ecco le parole di Doblas:

Ambientamento – Provo a migliorare il mio italiano. Ancora non ho trovato casa in città. Mi sono trovato molto bene con i miei compagni. Già conoscevo Higuain, Callejon, Reina…

Livorno – Il loro gol è stato su una giocata molto veloce. E’ stata molto una cosa casuale e sfortunata perchè il portiere è stato ingannato dal pallone.

Napoli  – Credo che nel calcio sono tre le massime leghe al mando: quella italiana, spagnola ed inglese, ora la Bundes sta crescendo. Per un portiere essere in Serie A è molto importante perchè qui si cura molto la fase difensiva e posso crescere molto. Essere qui è molto importante per me, anche per riscattarmi dopo aver lasciato la Liga e dopo una brutta esperienza in Azerbaijan. Il mio sogno con la nuova maglia è quello di vincere i trofei per cui lottiamo, perchè il calcio è un gioco di squadra. In Azerbaijan sono stato ingannato sotto il punto di vista contrattuale ed ho deciso di andare via. La prima telefonata per venire qui l’ha fatta Xabi Valero che voleva sapere delle mie condizioni fisiche. A lui ho dato il numero del mio agente ed in quattro giorni abbiamo concluso tutto. Grazie a Benitez, in Spagna seguono molto il Napoli.

Fase difensiva – Quello di Benitez è un gioco che si basa sul possesso palla e sulla qualità, per questo motivo dobbiamo essere molto attenti quando difendiamo.

Modello – Qui in Italia, il mio modello è Buffon, che a 17 anni già era in Nazionale come Casillas. Anche Reina è un grandissimo portiere da cui mi ispiro.

Benitez – La fiducia del mister la si conquista lavorando molto e se ho la fortuna di giocare qualche partita, devo dimostrare la mia forza.

Dopo il portiere, è il turno del brasiliano. Ecco le parole di Henrique:

Napoli – La prima impressione è molto positiva, anche il primo contatto con i compagni di squadra è stato buono. Ci sono tutte le carte in regola per far bene…Mi sono dovuto adattare perchè sono venuto dal Brasile, dove la stagione ancora non è iniziata. Per fortuna Rafa parla molto con noi. Rispetto ad altre parti dove ho giocato, l’intensità della partita qui è diversa. Mi sento a molto agio qui, anche climaticamente e poi sento che la gente qui è simile a quella che c’è in Brasile. Anche con i tifosi non c’è tanta differenza tra Napoli e Palmeiras. Ai tifosi del Napoli vorrei regalare allegria e divertimento.

Swansea ed Europa League – Con loro è stata una partita difficile, perchè sono una squadra veloce e forte. Il giocatore che mi ha dato più fastidio è stata il loro numero 10, che era grande e rapido. Ho avuto la grande responsabilità di giocare in Europa League, ma già il fatto di essere al Napoli è una grande responsabilità. Il Porto ora è una grande del calcio europeo e sarà difficile per noi.

Roma – Non so se giocherò contro la Roma, ma io sono preparato. Loro sono una buona formazione. C’è da tenere sott’occhio Gervinho per quello che sta facendo vedere.

Ruolo – Per me non c’è grande differenza tra il giocare in difesa o a centrocampo.

Fase difensiva – Da noi, tutta la squadra aiuta in fase difensiva, anche Higuain. Vedo che stanno migliorando i movimenti ed anche gli esterni stanno capendo i movimenti da fare