shinystat spazio napoli calcio news Livorno, nessun dubbio di formazione per Di Carlo. In attacco...

Livorno, nessun dubbio di formazione per Di Carlo. In attacco…


E’ un altro bivio quello che domani si presenta davanti al Livorno: da una parte c’è la discesa che porta verso la risalita in classifica e non è solo un gioco di parole; dall’altra c’è il reiterarsi della sofferenza acuita dalla sconfitta di domenica scorsa contro il Verona che ha perlomeno ridimensionato gli effetti positivi della mini striscia (7 punti in 4 partite fino al Verona escluso) messa insieme da quando Di Carlo siede sulla panchina amaranto.

Vittoria o sconfitta come e più di prima non sono la stessa cosa per una squadra che non si può permettere di sbagliare troppo spesso com’è già stato finora, ma il Napoli non è l’avversario giusto per fare piani ambiziosi. Certo, il Livorno ci prova. Ha una gran voglia di mettersi alle spalle il passo falso di sei giorni fa e di realizzare una di quelle 2-3 imprese che sono obbligatorie in un campionato per raggiungere l’obiettivo minimo prefissato e da quel punto di vista Bardi e compagni cercano sempre la prima. Sotto il profilo atletico i toscani sono in crescita e anche nel gioco ci sono stati evidenti segnali di miglioramento: quella che manca è la continuità, condizione imprescindibile per vincere (o arrivare secondi) nel mini torneo a cinque che vale la permanenza in Serie A.

Per questo Di Carlo sta chiedendo ai suoi coraggio e attenzione in dosi uguali, ben sapendo che è fondamentale rimanere agganciati al gruppo perché la salvezza si deciderà nelle ultime giornate. La continuità di formazione agevola la continuità di rendimento e così il tecnico frusinate non abbandona il 3-5-2 potendo contare sui recuperi di Benassi e Ceccherini dopo la squalifica: l’ex Inter torna in un centrocampo completato da Mbaye, Greco, Duncan e Mesbah, mentre il difensore nazionale Under 21 formerà insieme a Emerson e Coda il reparto a protezione di Bardi. In avanti fiducia di nuovo a Emeghara accanto al cannoniere Paulinho (10 gol) con Belfodil pronto a subentrare per aumentare il potenziale offensivo in caso di necessità. Buona la prevendita: si calcola che saranno 13-14.000 gli spettatori presenti allo stadio Picchi.