shinystat spazio napoli calcio news Mancini: "Napoli, sei più forte della Roma! In campionato..."

Mancini: “Napoli, sei più forte della Roma! In campionato…”


Roberto Mancini, si aspettava un epilogo del genere da Napoli-Roma? 

«Francamente non mi aspettavo questo risultato».

Nella qualificazione o nelle proporzioni della vittoria azzurra?

«Ero sicuro che a qualificarsi sarebbe stata la Roma, pur essendo il Napoli un’ottima squadra. Però la squadra di Benitez ha giocato una grande partita e il risultato lo dimostra».

Eppure la Roma aveva a disposizione due risultati su tre. Non è che il vantaggio diventa un handicap, un po’ come per Galatasaray-Juve?  

«(sorride) No, no, fidatevi: è sempre meglio essere nelle condizioni di giocare per due risultati. La realtà è un’altra».

Quale?  

«Che il Napoli ha giocato veramente bene, mercoledì e all’andata nella ripresa».

Secondo Garcia la Roma ha perso la qualificazione all’andata: alludeva ai due gol subiti a inizio ripresa, come al San Paolo. Condivide?  

«Garcia conosce molto meglio di me la situazione della sua squadra. All’andata il Napoli partì molto bene nel secondo tempo. La Roma, però, riuscì a vincere lo stesso e il 3-2 di partenza non è un brutto risultato».

Per la Roma è il secondo stop stagionale, dopo quello allo Stadium: un altro 3-0, come con la Juve. Che significati e ripercussioni può avere sul piano psicologico? 

 «Partiamo da un presupposto: la Roma non può certo vincere tutte le partite».

Giusto. Ha perso solo due gare ma non è mai stata sconfitta di misura.

«La Roma è una squadra che sta lavorando per cercare di migliorare sempre e sinceramente mi sembra che stia facendo molto bene in questa stagione. Non può vincere sempre, può capitare una sconfitta come quella del San Paolo. Anche perché di fronte c’era il Napoli, un’ottima squadra che può contare su un grande attacco, con giocatori importanti. Insomma, in queste condizioni una sconfitta ci può stare, anche se mi rendo conto che si trattava di una partita importante».

Importante quanto lo scontro diretto allo Juventus Stadium. E’ un caso che le sconfitte siano arrivate nei due appuntamenti più importanti della stagione?  

«La realtà è che sia la Juventus che il Napoli sono due squadre meglio attrezzate della Roma. Che in campionato sta facendo molto bene ma che ha bisogno ancora di lavorare tanto. Si può andare incontro a dei brutti risultati, ma questo in fondo è normale quando si cerca di costruire una squadra quasi da zero e farla migliorare di settimana in settimana».

Sui rapporti di forza, però, Garcia è di un altro avviso. E ha ricordato che la sua Roma è davanti al Napoli in campionato…  

«La Roma è messa meglio in campionato, ma ripeto: per me il Napoli è più forte, lo dimostra anche il rendimento in Champions. La formazione di Benitez è una squadra più attrezzata, ma c’è anche un altro fattore che fa la differenza».

Quale?  

«E’ mentale: il Napoli da più anni, anche se il tecnico è nuovo e ci sono stati innesti in rosa, è lì che lotta in zona Champions, è abituato a stare lassù e anche a giocare partite importanti».

Il che sposta il discorso sulle scelte iniziali di Garcia: Totti in campo dall’inizio, oltre a benefici tattici, non avrebbe garantito qualcosa in più sul piano dell’esperienza?  

«Non so, l’allenatore è Garcia e non posso certo entrare nelle sue scelte, sbaglierei in ogni caso».

Guardiamo al futuro: alla Roma che tornerà in Europa cosa servirà, anche in chiave mercato?

«Intanto la squadra deve continuare a lavorare con serenità perché due sconfitte nell’arco di una stagione non cambiano niente, anche se resta il rammarico per la Coppa Italia. Garcia sa la Roma di cosa ha bisogno. E’ una cosa comune a tutte le squadre italiane, c’è bisogno di crescere e di rinforzarsi perché in Europa la competizione è più difficile».

Tutto sul campionato: la Roma può andare all’assalto della Juve? 

 «Credo di no, la Juve è difficilmente battibile in campionato, anche quest’anno».

E in zona Champions le posizioni sono già cristallizzate? 

 «Penso proprio di sì, in Champions andranno Juve, Roma e Napoli, anche se non so se Benitez potrà anche puntare al secondo posto».

Di sicuro Rafa punta alla Coppa Italia: Napoli-Fiorentina sarà una finale spot?  

«Promette sicuramente spettacolo. Il Napoli mi piace e la Fiorentina sta facendo bene, gioca sempre un bel calcio in attacco. Sarà una grande finale».

Fonte: Corriere dello Sport