shinystat spazio napoli calcio news Il terzo posto non sarebbe positivo, obiettivi non raggiunti e preliminari che peserebbero...

Il terzo posto non sarebbe positivo, obiettivi non raggiunti e preliminari che peserebbero…


Un terzo posto che non può rendere felici, nè ora, nè in futuro.
Se il Napoli in coppa regala gioie ai suoi tifosi (eliminato dalla Champions per un soffio, approdato ai sedicesimi di Europa League, competizione in cui la squadra è una tra le favorite ed infine qualificazione alle semifinali di Coppa Italia) non si può dire lo stesso per quello in campionato.

I ragazzi di Benitez, che hanno sempre dichiarato di avere come obiettivo lo Scudetto, occupano, in questo momento, la terza posizione, a più 3 dalla Fiorentina in agguato, a meno 6 dalla Roma, con una partita in meno (causa rinvio di Roma-Parma per maltempo e campo impraticabile) ma soprattutto a meno 15 dalla Juventus.

E’ vero che la squadra di Conte sta mantenendo un ritmo elevatissimo, il dato del “punteggio pieno in casa” lo dimostra, ma il Napoli, comunque, partito per l’obiettivo Scudetto, è troppo lontano e deve almeno ritrovare la Champions, direttamente, senza giocare i preliminari. Per arrivare ai gironi della coppa più importante d’Europa, evitando l’impervio sentiero “preliminari estivi”, si può percorrere soltanto una strada, che ferma a due tappe: primo e secondo posto. L’Italia, che già da qualche anno, ha perso la quarta squadra in Champions, ai danni della Germania, porta soltanto due team alla fase a gironi, appunto le prime due, concedendo alla terza i preliminari, mentre la quarta si qualifica per l’Europa League.

Giocare i preliminari, in ogni caso è un rischio: non passarli significherebbe dover fare un mercato molto meno sostanzioso e comunque, significherebbe perdere un obiettivo in partenza. Altro fattore di rischio, poi, sarebbe quello di dover giocare d’estate: se i preliminari, normalmente, condizionano il morale dei giocatori, causa vacanze più brevi, quest’anno sarebbe peggio, visto che i Mondiali occuperanno gran parte dei mesi estivi ed i giocatori partenopei che vi parteciparanno sono abbastanza. Inoltre, giocare così tante partite d’estate, sarebbe un pericolo per i giocatori, gli infortuni potrebbero capitare sia prima che durante la stagione, anche perchè avverrebbe, sicuramente, un calo fisico col passare del tempo.

Insomma, il Napoli, deve assolutamente riacciuffare la Roma, consolidando, almeno, l’obiettivo secondo posto. I tifosi, comunque, possono sperare, per ora nulla è perduto… o forse soltanto lo Scudetto, a meno di un miracolo.