shinystat spazio napoli calcio news Quando un Jorginho può cambiarti la vita: Inler, ora non puoi più sbagliare

Quando un Jorginho può cambiarti la vita: Inler, ora non puoi più sbagliare


Tutta Napoli ha capito di che pasta è fatto Jorge Luiz Frello Filho, conosciuto come Jorginho. Gli applausi scroscianti che si sono alzati fortissimi dalle tribune del San Paolo hanno dato il giusto merito alla prestazione di un ragazzo arrivato a Napoli in punta di piedi ma con la sana ambizione di dimostrare tutto il suo valore. Il centrocampo partenopeo sembra avere un nuovo padrone dunque, ma c’è chi, seppur in sordina, mercoledì ha fatto il suo “sporco” lavoro pur di permettere al Napoli di perseguire il sogno chiamato Coppa Italia. Stiamo parlando di Gokhan Inler, il centrocampista che fa discutere tifosi e addetti ai lavori. L’ex Udinese, dopo una partenza super in campionato, ora sta pagando lo “scotto” di una condizione psico-fisica precaria e soprattutto l’esser diventato inamovibile nello scacchiere azzurro dopo lo stop forzato di Valon Behrami. Il 2014 non è iniziato sotto la migliore luna per lo svizzero. Tanti passaggi (forse troppi) sbagliati in fase di costruzione, disattenzioni clamorose e un vuoto di lucidità pauroso ha fatto spaventare sia il Napoli ma soprattutto Benitez che sul capitano della Svizzera ci conta e come. Gli errori e la perdita di fiducia in se stesso sono aumentati a dismisura e anche la sua dote migliore, il tiro dalla lunga distanza, sembra non esser più lo stesso. Quando l’orologio svizzero non è preciso tutto il Napoli ne risente, ecco perchè Bigon ha puntato tutto e subito su Jorginho, con risultati più che soddisfacenti.

UN BRASILIANO CHIAMATO A SALVARE UN LEONE – Proprio l’ex Verona può essere un ancora di salvataggio per lo svizzero ex Udinese. Mentre è ancora tutta da capire e da testare l’intesa con Dzemaili, probabile titolare con l’Atalanta, sia nel match con il Chievo che nella gara con la Lazio, Benitez ha deciso di puntare sul duo Inler – Jorginho e l’affiatamento è andato via via migliorando. Il regista verdeoro ha guidato il Napoli toccando la maggior parte dei palloni in fase di costruzione, lasciando così ad Inler la possibilità di coprire la difesa ed esser più lucido nelle verticalizzazioni. I risultati sono stati più che soddisfacenti: nel match di mercoledì il leone elvetico nel primo tempo si è reso protagonista di un paio di invenzioni geniali servendo più volte Callejon in profondità mentre nella ripresa dai suoi piedi è partito il lancio per Maggio che ha scaturito il gol vittoria di Higuain. Più copertura, meno costruzione, uguale lucidità. Benitez sta studiando la formula migliore per riportare al più presto l’elvetico al 100% e permettergli di ruggire in questo lungo rush finale di stagione. Magari con un super Jorginho accanto, il centrocampista arrivato in punta di piedi ma con la voglia di trascinare il Napoli e di salvare il leone Inler.

Sabato Romeo

RIPRODUZIONE RISERVATA