shinystat spazio napoli calcio news Bastos è sfumato ma gli azzurri hanno già pronto il piano B

Bastos è sfumato ma gli azzurri hanno già pronto il piano B


Bastos alla Roma, d’accordo, ma il mercato non finisce così. Non è la fine del mondo, c’è altro da dire. Ci sono altri nomi, altri profili in ballo: il Napoli attende e valuta la strategia da mettere in piedi fino alla fine di gennaio. Valutazioni: tanti i giocatori offerti, pochi quelli su cui il club azzurro punterebbe a occhi chiusi. Di certo c’è che ieri è arrivato Jorginho, uno dei due centrocampisti richiesti da Rafa, e che con il ds Bigon, rientrato ieri da Londra, già a Bologna si farà il punto della situazione. L’impressione è che sarà ancora caccia al mancino e al mediano, innanzitutto. E poi, al difensore.

IL NAPOLETANO. E allora, nuova riunione. Nuovo vertice per capire come intervenire: perché prima di puntare tutto su Bastos era stato inaugurato un discorso con lo Zenit per Domenico Criscito detto Mimmo, napoletano doc, 27 anni e un piacere sublime nel valutare l’ipotesi di un ritorno a casa. Che a Rafa piaccia non è un mistero, anche perché può giocare sia sulla fascia sinistra sia da marcatore, e poi dalla sua ha una caratteristica importante: esperienza internazionale maturata sia a San Pietroburgo, sia in Nazionale. «Piace a molte squadre, anche in Italia», il commento stringato dal suo entourage.

RIVELAZIONE SPAGNOLA. Dalla Spagna, nel frattempo, continuano a rilanciare il nome di Alberto Moreno, mancino del Siviglia e della Roja con una valutazione molto elevata (18 milioni di euro). Una notizia, un’indiscrezione confermata anche dal ds del club, Ramon Rodriguez Verdejo, al secolo Monchi. «Sì, siamo stati contattati dal Napoli: il giocatore interessa». Rivelazione. O per meglio dire una dichiarazione che avvalora la stima di Rafa nei confronti del gioiello andaluso.

SPEAK ENGLISH. E ancora. Da casa Benitez a Londra, dove, dicevamo, il ds Bigon ha trascorso due giorni a parlare di Bastos con l’entourage capeggiato da lady Marta Fisher, certo, ma non solo: sul tavolo delle trattative è finito anche il mediano, Etienne Capoue (25). La solfa è la solita: il suo club, il Tottenham, spara alto, e del resto di questi periodi non è una novità. Il Napoli ha offerto otto milioni di euro, gli Spurs chiedono dodici: la storia non è finita. I negoziati proseguono. Gioca anche lui nella capitale, sponda Chelsea, Michael Essien (31): ipotesi molto affascinante, il ghanese, ma anche molto complessa perché il ventaglio delle offerte è ampio. Il Napoli attende sornione. Come per Thomas Vermaelen (28), il difensore belga dell’Arsenal che Rafa ha da sempre come prima scelta. Dal Brasile propongono Ralf (29), centrocampista del Corinthians: la sua scheda è sul tavolo di Benitez. Sempre aperta anche la finestra del francese, Yann M’Vila (23), guerriero del Rubin Kazan.

ADIOS EDU. In uscita, innanzitutto Edu Vargas (24). L’attaccante, richiesto anche dal Catania (che offre il portiere Andujar) e dallo stesso Rubin, è vicino al Valencia: il club spagnolo conta di prenderlo in prestito fino al 2015 già la prossima settimana. Salta il trasferimento di Bruno Uvini (22) in prestito al Santos. Richieste dal Galatasaray, dal Borussia Dortmund e dal Wolfsburg per Gokhan Inler (29). Su capitan Cannavaro (32) tanti occhi (le genovesi, la Lazio, l’Inter).

fonte Corriere dello Sport