shinystat spazio napoli calcio news Tifosi azzurri in esodo a Bologna. Saranno 7 mila

Tifosi azzurri in esodo a Bologna. Saranno 7 mila


NAPOLI – Come te non c’è nessuno. E non ci sembra di esagerare, perché il San Paolo non finisce a Fuorigrotta, ma è un vero e proprio stadio itinerante che fa tappa in tutta la penisola. Tifosi unici, con rari paragoni: nonostante il calendario (tornato) incalzante, anche stavolta, non se ne staranno sul divano di casa. Bologna-Napoli fra l’Atalanta di coppa ed il Chievo di campionato (entrambe al San Paolo), nonostante le tre partite in dieci giorni, il sostegno del pubblico sarà assicurato anche in trasferta. Si fa rotta quindi verso il Dall’Ara, mancano ancora tre giorni (domenica inizio ore 15) ma la situazione-tifosi è già bella e delineata.

ESAURITI – E c’erano pochi dubbi. Lo spicchio di curva sud, la San Luca, riservata agli ospiti è già sold out e, come in altre occasioni, si provvederà alla fine a riservare l’intera curva ai sostenitori partenopei. A conti (parzialmente) fatti, agli oltre 2500 del settore ospiti (il costo è di 26,50 euro tasse comprese) perciò se ne potrebbero aggiungere altri quattromila circa. Ma questo totale molto prossimo alle settemila presenze non è che un parziale destinato ancora a crescere. Visto che nelle passate stagioni erano arrivati anche in diecimila e l’ultima sfida in Emilia del maggio scorso, riservò un colpo d’occhio unico. Il tappeto azzurro era davvero molto esteso e con la spinta dei supporters il Napoli riuscì a strapazzare i felsinei (3-0, con Hamsik, Cavani e Dzemaili) ed entrare in Champions dalla porta principale.

CONFLUENZA – In effetti, a ben vedere, Bologna per la sua posizione è facilmente raggiungibile sia dal nord che dal centro. La confluenza dei vari club di Liguria, Veneto, Lombardia, Toscana e Marche, nonché quelli regionali, è dunque garantita. Ma anche quella di tantissimi napoletani residenti al centro-nord, che approfitteranno della giornata festiva per raggiungere il Dall’Ara (capienza 38mila) con tutti i mezzi possibili. Per provare a spingere il Napoli ancora più su.

Fonte: Fulvio Padulano per “Il Corriere dello Sport”