shinystat spazio napoli calcio news Campionato, Coppa Italia ed Europa League, il Napoli è pronto a lottare su tutti i fronti

Campionato, Coppa Italia ed Europa League, il Napoli è pronto a lottare su tutti i fronti


Scenari ambiziosi e grandi prospettive, il 2014 si apre sotto il segno del Napoli. La netta vittoria di Verona regala autostima massiccia e convinzioni: speranze di rimonta in campionato, fiducia per la prossima Europa League e nell’immediato i quarti di finale di coppa Italia da conquistare. Tra le buone notizie c’è anche il messaggio positivo per Behrami dal consulto con lo specialista Vilarrubias alla Clinica Dexeus di Barcellona: lo svizzero comincerà dieci giorni di terapie specifiche, strada suggerita dal primo momento dal dottore Alfonso De Nicola, responsabile dello staff medico azzurro, che ha accompagnato il centrocampista ieri mattina alla visita. Poi verrà effettuato un nuovo controllo per scongiurare in maniera definitiva l’intervento chirurgico all’alluce sinistro, anche se i tempi di recupero restano lunghi e cioè andranno sicuramente ben oltre il mese. Più sereno Behrami che adesso ha un quadro più chiaro e ha twittato un messaggio: «Abbiamo chiarito il problema, farò di tutto per evitare l’intervento, sono fiducioso per un recupero ottimale. Il tutto coordinato con lo staff medico del Napoli, tra 10 giorni sarò sicuramente più positivo e ottimista».

Napoli già al lavoro ieri mattina, corse e ripetute per chi ha giocato a Verona, una novità assoluta visto che in genere il giorno successivo è dedicato al riposo. In campo anche quelli non impiegati al Bentegodi, partitina e tattica. C’è la Coppa Italia domani sera al San Paolo contro l’Atalanta (prezzi popolari e curve a 5 euro) e ci sarà spazio proprio per quelli che hanno giocato di meno, a cominciare dal colombiano Zapata, che verrà schierato in attacco al posto di Higuain. Spazio in difesa per Reveillere a destra al posto di Maggio e per Britos che potrebbe giocare da centrale oppure da laterale sinistro e cioè nello stesso ruolo di Verona. E soprattutto potrebbe rientrare finalmente Hamsik dopo cinquanta giorni di stop e la panchina a Verona: lo slovacco probabilmente in campo dall’inizio, oppure durante la partita. A centrocampo ci sarà certamente il giovane Radosevic. Ancora assente Zuniga, il colombiano ha cominciato ieri un lavoro personalizzato con il pallone per ritrovare la migliore condizione e potersi poi rituffare nella mischia. Ancora indisponibile Reina, il portiere spagnolo prosegue il lavoro differenziato e tornerà tra i convocati per la trasferta di domenica a Bologna. Out anche Cannavaro.

La coppa Italia, uno degli obiettivi stagionali, quindi, insieme all’Europa League, avventura che comincerà a febbraio contro lo Swansea, formazione di Premier League. E poi si tiene sempre aperta una piccola speranza per la rimonta scudetto, qualche volta è successo, che la squadra campione d’inverno non ha vinto poi il titolo, quattro volte negli ultimi vent’anni. Certo la distanza di dieci punti dalla Juventus al giro di boa è siderale, vista la consistenza della formazione bianconera di Conte e per questo motivo l’obiettivo più concreto è raggiungere la Roma e cioè il secondo posto. Il Napoli di Rafa comunque da record, 42 punti al giro di boa, 41 gol all’attivo, tutti gli attaccanti a segno con la rete di Lorenzo Insigne. Aggiustata la fase difensiva, due partite consecutive per gli azzurri senza prendere gol: un passo avanti di tutta la squadra in fase di non possesso e soprattutto un netto miglioramento dei singoli difensori, eloquenti gli esempi di Maggio e Fernandez, ma anche dello steso Armero con Albiol solita garanzia. Numeri incredibili questi degli azzurri dopo il girone di andata, un Napoli comunque da record, preceduto da Juve e Roma, ancora più da record. Napoli pronto a lottare su tutti i fronti. E a vincere.

FONTE Il Mattino