shinystat spazio napoli calcio news Stretta finale per Gonalons. In difesa piace Criscito. In uscita Uvini, Vargas e...

Stretta finale per Gonalons. In difesa piace Criscito. In uscita Uvini, Vargas e…


Stretta finale per Gonalons. L’attesa sta per finire. Aulas, il presidente del Lione, deve rispondere all’offerta del Napoli: tredici milioni, bonus compresi. E poi Guerra, il manager francese, del centrocampista e capitano del Lione, dovrà limare gli ultimi dettagli con il direttore sportivo azzurro Bigon. Giorni caldi, ore decisive: domani sono attese le ultime risposte. A inizio settimana, quindi, è atteso il primo colpo di mercato, quello del francese inseguito già in estate dal club azzurro.
Il giorno della Befana, possibile giorno dell’annuncio quindi. Quattro anni di contratto a Gonalons, ingaggio da 1.7 all’anno bonus compresi. Il centrocampista giusto per Rafa, uomo d’ordine davanti alla difesa, vera e propria bandiera del Lione, una buona esperienza europea maturata negli ultimi anni di Champions League. Primo colpo a centrocampo, quindi, il primo colpo sicuro.
In difesa si sta ragionando su più soluzioni, si lavora su diverse piste. Perde definitivamente quota Antonelli, l’esterno sinistro del Genoa bloccato da tempo dal Napoli: i dubbi sul suo impiego da terzino puro nella difesa a quattro hanno rappresentato un freno. E poi sugli esterni con il rientro di Zuniga adesso Rafa è al completo, può disporre di quattro soluzioni. Benitez quindi ha congelato l’affare, da considerare sfumato. Ed è da considerare saltato anche Nkoulou, il difensore centrale del Marsiglia. Costa tredici milioni, troppi, il direttore sportivo Bigon si guarda intorno e pensa ad altre soluzioni.
Un’idea sicuramente è quella di Criscito, il difensore dello Zenit San Pietroburgo che tornerebbe volentieri in Italia e può giocare sia da centrale difensivo che da esterno sinistro. I soldi da investire per Antonelli e Nkoulou saranno quindi destinati ad altri obiettivi. Seguiti con grande attenzione il francese Mangala del Porto e l’argentino Garay del Benfica. Gli identikit corrispondono alle preferenze di Benitez, due difensori però di prima fascia e quindi difficili da prendere. Mangala, 22 anni, è seguito anche dal Manchester City, valutazione alta, ben oltre i 15 milioni. Garay fa parte del giro della nazionale argentina, difensore esperto e completo. Resta in corsa anche Rojo, altro argentino che gioca in Portogallo, nello Sporting Lisbona. E piace molto Vermaelen, il belga dell’Arsenal, finito ai margini quest’anno con Wenger.
Mascherano resta il sogno, l’argentino molto legato a Benitez: la trattativa potrebbe eventualmente decollare a giugno. Sfuma la possibilità di arrivare a Song, il difensore camerunense del Barcellona. Una suggestione Mata, il trequartista spagnolo del Chelsea (seguito anche dall’Inter) tolto dal mercato dallo stesso Mourinho, nonostante quest’anno poco impiegato con i Blues sia in Premier League che in Champions League.
Capitolo cessioni: il difensore brasiliano Uvini e l’attaccante cileno Vargas andranno in prestito annuale al Santos. Un’operazione da due milioni di euro. Il difensore brasiliano ha giocato pochissimo, Vargas deludente a Napoli la scorsa stagione ha fatto bene con il Gremio. A gennaio potrebbe essere ceduto Cannavaro, il capitano finito ai margini con Benitez dopo gli anni da protagonista con Mazzarri: per lui potrebbe muoversi la Lazio di Reja, il nuovo tecnico biancoceleste che stima in maniera particolare il capitano azzurro.

Fonte: Il Mattino