shinystat spazio napoli calcio news Claudio Pasqualin: "Gonalons buon elemento, mentre Agger potrebbe essere il gran colpo di mercato"

Claudio Pasqualin: “Gonalons buon elemento, mentre Agger potrebbe essere il gran colpo di mercato”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Che mercato sarà questo di gennaio? Claudio Pasqualin, avvocato, procuratore sportivo e pezzo da novanta dei saloni milanesi dove imperversano le trattative, non si fa eccessive illusioni. «Non è in questo periodo che si portano a termine i grandi colpi. In inverno o c’è il finto mercato o il mercato dei saldi. Di solito si va sui giocatori in scadenza di contratto, per evitare di restare fregati a luglio. L’alternativa è cercare calciatori in esubero, che proprio perché in abbondanza vengono venduti dai presidenti a un prezzo accettabile, anzi svenduti».

Un finto mercato o un mercato povero?
«Sì, soprattutto in Italia. Parliamoci chiaramente: da noi non ci sono soldi per acquistare i top-player, all’estero sì. Le possibilità ci sarebbero, ad esempio mi viene da pensare a Nani, che è in rotta con il Manchester United e che la Juve segue da tempo. Ma i bianconeri non se lo possono permettere perché costa troppo».
Quale club si muoverà attivamente in Italia?
«Sicuramente le milanesi e il Napoli. Il Milan prenderà Nainggolan dal Cagliari, un buon calciatore ma non un fuoriclasse. E cederà Saponara e Zaccardo, che non sono nomi da far impazzire ma questo basta per far capire quanto sia limitato il budget di una società che negli anni passati non ha mai badato a spese. Il mercato dell’Inter, in tutta sincerità, lo trovo ridicolo: ma come, è arrivato questo magnate di Thohir e ha bisogno di fare cassa con Guarin prima di acquistare? L’unico giocatore buono che hanno, e che fa girare la squadra, lo vanno a dare al Chelsea… Non vorrei che l’indonesiano, invece di tirar fuori dalla tasca il portafogli, avesse il braccino corto. Il Napoli farà qualcosa, non tanto ma questo è un caso a parte».
In che senso?
«De Laurentiis ha fatto una scelta ben precisa da quando ha rilevato la società: la priorità è il bilancio. Giusto o sbagliato che sia, ha dato un indirizzo al club e prosegue su questa strada. Muoversi nell’ottica del fair play finanziario non è semplice di questi tempi, lui tiene in ordine i conti e consolida la squadra ai vertici della classifica».
I nomi del mercato del Napoli?
«Gonalons è un buon elemento, la scorsa stagione ha fatto molto bene al Lione, quest’anno così così perché la squadra non è più quella del passato. Nkoulou? È sempre il solito discorso, non è il giocatore che ti garantisce la differenza. Piuttosto mi incuriosisce molto il caso Cannavaro: c’è bisogno di un difensore e poi si cede uno come lui? Vuol dire che anche a Napoli i miti hanno una fine. Paolo potrebbe finire alla Lazio, Reja lo stima e proverà a prenderlo».
Tutto qui?
«Forse non è sfumata l’ipotesi Agger ma questa è una mia sensazione. Il Napoli ci proverà fino all’ultimo giorno, in casi di emergenza sono gli allenatori che determinano certe situazioni. Io penso che Benitez, magari con l’aiuto dell’amico-manager Quilon, sia convinto di poter arrivare al difensore del Liverpool. Questo potrebbe essere il gran colpo del mercato, Agger è un calciatore per il quale vale la pena fare qualsiasi tipo di sforzo».

Fonte: Il Mattino

Preferenze privacy