shinystat spazio napoli calcio news KKNapoli, Pecchia: "Stiamo lavorando e crescendo per raggiungere importanti traguardi. Mercoledì a Firenze per imporre il nostro gioco"

KKNapoli, Pecchia: “Stiamo lavorando e crescendo per raggiungere importanti traguardi. Mercoledì a Firenze per imporre il nostro gioco”


PecchiaIl vice allenatore del Napoli Fabio Pecchia è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli sul tour de force della squadra azzurra. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli: “La squadra sta facendo un buonissimo lavoro, non è facile vincere e confermarsi in un campionato come la serie A. E’ normale che mercoledì a Firenze si vada senza paura, è alla base del calcio. Il Napoli visto fino ad ora affronterà la viola cercando di imporre il proprio gioco, non snaturandoci mai. E’ successo anche contro Roma ed Arsenal nonostante le vittorie e continueremo con questa mentalità fino alla fine”.

LA ROMA. “Ha numeri straordinari, sono sotto gli occhi di tutti. Merita di essere dov’è ma ognuno deve pensare al proprio percorso ed al suo cammino, noi lavoreremo ogni giorno sempre di più per cercare di sfruttare i futuri passi falsi dei giallorossi. Il campionato è ancora lunghissimo e può succedere di tutto, poi se Totti e compagni si confermassero in vetta anche a maggio vorrà dire che l’avranno davvero meritato”.

LO SCUDETTO. “Questo Napoli vuole sempre giocarsela al massimo contro chiunque, sia in campionato che in Champions. E’ una squadra che ha cambiato molto sia negli uomini che nel modulo e nello stile. Il gruppo sta crescendo tanto e costantemente, puntiamo al massimo ma con estrema umiltà”.

BENITEZ. “Di lui mi ha colpito tutto. Stando quotidianamente a contatto con un allenatore che ha vinto tantissimo in Europa, impari da ogni singola cosa che fa. Ha una passione immensa che lo spinge a raggiungere traguardi straordinari e per me è un momento di crescita come pochi. E’ maniacale nella cura dei particolari, lavora tantissimo e non si appaga mai, è vincente non solo nelle parole ma anche nei fatti”.

LA ROSA AMPIA. “Non mi piace chiamarli titolarissimi e panchina: la rosa è competitiva e di qualità, cosa che ci permette di affrontare al meglio tutte le competizioni e puntare in alto. Behrami ad esempio, è un grande professionista: accetta la panchina così come ogni suggerimento che gli dà il mister, è un centrocampista davvero unico ed è un piacere averlo in gruppo”.