shinystat spazio napoli calcio news Insigne: "Giocare qui con questa maglia è un'emozione incredibile. Volevo il gol ma sono contento per la bella prestazione"

Insigne: “Giocare qui con questa maglia è un’emozione incredibile. Volevo il gol ma sono contento per la bella prestazione”


169970974“E’ stata una grande emozione per me. Prima partita con la Nazionale A al San Paolo e sono davvero contento per tutta la gente che ha tifato per me e ringrazio tutto il pubblico che c’era stasera. E’ mancato il gol, però l’importante è non aver perso.”

Queste le parole di Lorenzo Insigne al termine della partita che ha visto gli azzurri uscire dallo stadio San Paolo con un pareggio per 2 a 2 contro l’Armenia. Il napoletano, vero mattatore della serata con giocate spettacolari e assist, è stato protagonista del post-partita di Rai Sport, ecco le sue parole:

“Giovani come me e Florenzi devono sempre allenarsi con impegno per conquistare la fiducia del mister e  dobbiamo esser bravi a farci trovare pronti quando chiamati in causa e dare sempre il massimo per questa maglia.”

In studio, Bruno Gentile ricorda la grande giocata di Lorenzo, veronica con tacco interno sulla fascia e lo paragona a Johan Cruijff:

“Ho fatto una bella giocata, dispiaciuto solo di non aver trovato il gol. Sono molto contento però per la prestazione.”

Alla domanda sul modo di giocare di Andrea Pirlo, Insigne risponde così:

“Pirlo è un grande campione, ha vinto tanto ed è facile giocare con lui. Abbiamo visto tutti la palla che ha dato a Mario Balotelli, senza guardare… è un grande.”

Riguardo i social network e il divieto del CT Prandelli

“Io non ho Twitter, sono tranquillo.

Ultima battuta sugli altri calciatori del Napoli quali Iuliano, Cannavaro e Ferrara, che così come lui hanno vissuto l’emozione di giocare da napoletani con la maglia dell’Italia al San Paolo:

“Sono felicissimo di aver giocato con la maglia della nazionale al San Paolo. Loro hanno giocato qua, ora sono anch’io con loro. E’ un’emozione indescrivibile giocare qui con la maglia della Nazionale. Ringrazio i ragazzini della mia ex scuola calcio che mi hanno dedicato uno striscione e spero che anche loro possano arrivare a questi livelli. “