shinystat spazio napoli calcio news Prestiti Azzurri - Alta classifica per Sepe e Dezi, Vitale e Dumitru sorprese discordanti

Prestiti Azzurri – Alta classifica per Sepe e Dezi, Vitale e Dumitru sorprese discordanti


Prestiti AzzurriNonostante la pausa dei vari campionati di massima serie per le qualificazioni mondiali, partite interessanti non sono mancate in questo ultimo week-end calcistico italiano. La serie cadetta sta diventando, stagione dopo stagione, una vera e propria fucina di talenti. Programmato per la nona giornata di Serie B, il derby di Padova ha visto protagonisti i due calciatori azzurri Nicolao Dumitru e Camillo Ciano. Dopo l’infortunio di Donnarumma al minuto 37, il tecnico Foscarini decide di dar fiducia al giovane attaccante di colore, il quale lo ripaga con impegno e dedizione. Da una sua giocata nasce l’episodio del calcio di rigore decisivo ai fini del risultato finale, si muove cercando la profondità con i tempi giusti e prova qualche giocata di livello puntando l’avversario di turno in velocità. Unica pecca della sua partita è la mancanza della concretezza necessaria in varie situazioni di gioco, qualità migliorabile soltanto con una presenza continuativa in campo. Il match di Ciano comincia ad inizio ripresa e, come la scorsa settimana, entra determinato a ribaltare il risultato in favore del suo Padova: prova qualche conclusione dalla distanza, sostiene la manovra offrendo cross per i compagni, ma a differenza della partita brillante contro il Varese, non riesce ad essere incisivo come dovrebbe. Incrocio azzurro anche in Lanciano-Ternana (1-1), tra Luigi Sepe e Raffaele Maiello; quest’ultimo gioca poco meno di venti minuti, viene schierato per fornire maggiore consistenza al centrocampo, reparto in difficoltà a causa del continuo pressing degli avversari. Intera gara, invece, per il giovane portiere del Lanciano, il quale, sebbene veda terminare l’imbattibilità dopo 578 minuti senza colpe, gioca una partita tranquilla, resta inoperoso per larghi tratti del match e resta in testa alla classifica con la sua squadra. Periodo positivo anche per il Crotone di Jacopo Dezi, che si ritrova al quarto posto dopo la vittoria a Bari; la giovane mezzala mancina gioca una partita ad un buon ritmo, questa volta pecca un po’ di personalità con il pallone tra i piedi, ma si distingue contrastando la pressione barese con corsa ed aggressività nei minuti finali. Si prevedeva una partita proibitiva a Siena per l’Avellino di Armando Izzo, e così è stato: nonostante le tre reti di differenza, il difensore napoletano non demerita, gioca una buona partita considerando avesse di fronte giocatori di massima serie. Partita da dimenticare rapidamente per Luigi Vitale e la sua Juve Stabia, sconfitta in casa dal Cesena. L’esterno mancino, capitano a causa dell’assenza di Caserta, appare in difficoltà in entrambi le fasi di gioco, calcia male un paio di punizioni dalla sua zona preferita e fallisce un tiro dal dischetto che mette definitivamente in ginocchio i compagni.

In Lega Pro Prima Divisione, dopo l’episodio sfortunato della scorsa giornata, Roberto Insigne entra a mezz’ora dalla fine di Perugia-Pisa (0-1). Entra in un momento difficile della gara dove serve più fisicità che tecnica, prova un paio di conclusioni dalla distanza, ma non incide sul match. Con il senno di poi, forse un suo impiego dall’inizio avrebbe potuto dare quella verve e fantasia in più che attualmente manca ai grifoni, si spera possa trovare maggiore spazio nelle future partite. Altra sconfitta per la Paganese di Soma Novothny, nella gara contro in Lecce il ragazzino ungherese gioca quasi 70 minuti, fa tanto movimento ma viene servito poco e male dai compagni di squadra.

Antonio Errichiello