shinystat spazio napoli calcio news Higuain & Maggio recuperano: verso la Roma con due soli nodi da sciogliere

Higuain & Maggio recuperano: verso la Roma con due soli nodi da sciogliere


BenitezHa assegnato i compiti a casa Rafa Benitez, dopo l’ultima seduta di allenamento. Appuntamento a lunedì pomeriggio. Castel Volturno si svuota per oltre tre giorni. Abbastanza insolito per il calcio italiano, per di più a pochi giorni dalla supersfida con la Roma. Il tecnico spagnolo, però, porta avanti i suoi metodi di lavoro che negli anni hanno sempre regalato grandi risultati e anche qui sembrano funzionare. Il gruppo sta reagendo bene alle sollecitazioni. “Abbiamo 7 giocatori nuovi in squadra, tutti di buon livello. Lo stile di gioco è diverso rispetto allo scorso anno, è cambiato il modo di affrontare le gare anche perché è andato via Cavani quindi ci sono meno ripartenze e cerchiamo di gestire il possesso palla – spiega Benitez -. Sappiamo qual è la nostra forza, ma stiamo crescendo ancora perché quello del Napoli è un progetto giovane”.

Preziosa alleata La sosta può diventare una preziosa alleata per recuperare gli infortunati in vista del match all’Olimpico. Su tutti, ovviamente, Higuain che sta smaltendo il problema muscolare al flessore della coscia destra e dovrebbe essere in campo contro la difesa meno battuta del campionato. “Come abbiamo convinto Higuain? E’ merito del presidente – continua Benitez ai microfoni di As -. Parlando con De Laurentiis è venuta fuori la voglia di competere in Italia e in Champions. Così è uscito il nome di Higuain. Abbiamo discusso con il padre del Pipita e io ho chiamato il giocatore, ma la chiave è stato il programma che gli ha sottoposto il Napoli. Lui era un nostro obiettivo dal primo giorno”. Da Madrid sono arrivati anche Callejon e Albiol. Quest’ultimo preoccupa Benitez per via delle sue condizioni fisiche. È centrale, di ruolo e di fatto, nell’idea tattica di Rafa. Però, l’adduttore continua a dargli noia e così anche ieri ha svolto lavoro differenziato.

Decide il medico Albiol è uno abituato a stringere i denti, stavolta dovrà farlo a maggior ragione perché Fernandez rientrerà solo giovedì dal Sudamerica. In alternativa, comunque, sarebbe pronto Cannavaro. La difesa resta un punto interrogativo perché Maggio ha recuperato a tempo di record dall’operazione al menisco, ma ovviamente la condizione atletica non può essere delle migliori e Zuniga sarà l’unico oggi e domani a rimanere in sede per continuare ad allenarsi. Il ginocchio gli dà un po’ fastidio, ma ancor di più non poter giocare con la Colombia. Ieri si è scambiato sms di reciproco incoraggiamento con Armero. Per decidere chi tra loro due giocherà a sinistra contro la Roma probabilmente bisognerà aspettare l’ultimo momento utile. Decideranno Benitez e il medico.

Fonte: La Gazzetta dello Sport