Home » Copertina Calcio Napoli » Le pagelle di Napoli-Livorno: Pandev e Mertens sfruttano la chance

Le pagelle di Napoli-Livorno: Pandev e Mertens sfruttano la chance

Pandev: "Mazzarri ci ha dato la mentalità vincente, vogliamo lo Scudetto. Stasera sarà una serata speciale per me. Cavani? Un campioneReina: partita da spettatore privilegiato, nessun intervento degno di nota ma solita personalità nella gestione del reparto e precisione nei rilanci. Voto 6

Mesto: alla quinta gara consecutiva in quindici giorni non si può pretendere brillantezza, ma Giandomenico è ordinato in campo benché Paulinho sia un cliente scomodo nella prima frazione lo contiene bene. Un solo aggettivo: utile. Voto 6,5

Fernandez: schierato a sorpresa al posto di Cannavaro parte bene e risolve con tempismo una situazione pericolosa in area nel primo tempo. Ripresa in controllo, oggi si è mostrato sempre sicuro. Che sia la buona volta di recuperarlo alla causa azzurra?? Voto 6,5

Britos: rischia la frittata quando non contiene a dovere un’incursione dalla sua parte, per il resto prima frazione di ordinaria amministrazione. Ma lascia sempre qualcosa agli avversari. Voto 6

Armero: bada più a difendere che a spingere, soffre un po’ a giocare sulla linea difensiva ma si fa sempre trovare dai compagni anche se non incide come al solito, fermo restando che in difesa non lo passano mai. Voto 6,5

Inler: precisione nel giro palla e anche in qualche passaggio lungo, trova un gol importante con uno dei suoi tiri che inganna Bardi. Nel secondo tempo gestisce senza affanni. Voto 6,5

LEGGI ANCHE:   LIVE - Ajax-Napoli, inizia il match: 0-0

Behrami: il solito cagnaccio, anche se dimostra in tante circostanze di essere più pulito nel recupero palla rispetto al passato, purtroppo a volte l’arbitro lo punisce ugualmente ma il suo lavoro è prezioso. Voto 6,5

Callejon: lavoro oscuro fin dal primo minuto, sembra giocare più in linea con la mediana che con la trequarti, rare le sortite in avanti nel primo tempo, poi nella seconda frazione è più intraprendente e finalizza bene il suo quarto gol. Voto 6,5

Hamsik: fatica molto a trovare la posizione in campo, forse gli manca un po’ di brillantezza per trovare la giocata vincente nella prima frazione. Nella ripresa gli spazi si aprono e ritrova efficacia e gol. Voto 6,5

Mertens: stavolta incide davvero, coast to coast e assist per Pandev, e poi ripiegamenti e ripartenze, cerca la conclusione nel primo tempo e forse è l’unica cosa che gli manca. Voto 7 perché indirizza subito l’inerzia della gara con il suo lavoro.

Pandev: prima punta o non prima punta? Due palloni giocabili nel primo tempo e produce un gol e un quasi gol, la condizione fisica è davvero ottima. Chiude la prestazione entrando nel terzo e nel quarto gol. Voto 7,5

LEGGI ANCHE:   Giuntoli lavora a tre rinnovi di contratto per il Napoli: De Laurentiis ha fatto una richiesta!

Insigne: entra nel finale e l’impatto è propositivo corre, scambia, conclude in porta e determina il gol. Voto 6,5

Duvàn: la sua fisicità sarà preziosa quando troverà anche la giusta brillantezza, in ogni caso è una variabile importante rispetto agli altri attaccanti. Non è ancora in piena forma ma dimostra di applicarsi molto per facilitare il suo inserimento nei meccanismi di gioco. Voto 6

Bariti: esordio in serie A, ma il ragazzo vuol dimostrare di valere qualcosa più della passerella finale e prova a creare qualcosa con le sue qualità: tecnica e destrezza. Costringe Rinaudo alle brutte maniere per fermarlo. Voto 6

Benitez: altro giro altra corsa, altra formazione. Nella prima frazione la squadra è schierata col 4-4-2 e punta sulle ripartenze lasciando al Livorno il governo delle operazioni, ma è letale in controllo e ripartenza. Seconda frazione senza sbavature, rischi quasi zero e si vede che insegna calcio in ogni momento della gara e ad ogni giocatore in campo. Voto 7