shinystat spazio napoli calcio news ADL - Comune d'accordo: il San Paolo resterà la casa del Napoli

ADL – Comune d’accordo: il San Paolo resterà la casa del Napoli


Stadio San PaoloAltro che Caserta. Il Napoli continuerà a giocare allo stadio San Paolo, almeno questo è quanto emerso dalla lunga riunione di ieri in Comune tra il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ed il presidente del club partenopeo Aurelio De Laurentiis. Un faccia a faccia di un’ora e quaranta minuti cui hanno preso parte anche il capo gabinetto del Comune, Attilio Auricchio, e i due dirigenti azzurri Alessandro Formisano e Andrea Chiavelli. Si è deciso che verrà creata, a breve, una commissione permanente in cui le parti si incontreranno per discutere del futuro dello stadio San Paolo, per il quale la convenzione d’uso tra il Napoli e il Comune scadrà nel 2014. Entro quella data sarà più chiaro il destino dell’impianto di Fuorigrotta, che ospita le partite interne del Napoli dalla fine degli anni cinquanta ed è stato teatro dei grandi successi della storia azzurra, dagli scudetti del 1987 e del 1990 alla coppa Uefa 1989 fino alla partecipazione a due delle ultime tre edizioni di Champions League. Come ha detto anche il sindaco De Magistris, “al momento tutte le opzioni sono sul tavolo: vendita, diritto di superficie e concessione”. 

Casa azzurra Al termine dell’incontro, il presidente De Laurentiis è apparso molto soddisfatto: “Vogliamo valorizzare il San Paolo – ha chiarito il numero uno del Napoli – ovviamente continuando a sfruttarlo durante le varie stagioni calcistiche e magari impiantando lì i lavori fatti altrove. La strada di Caserta era stata individuata per la disponibilità che mi aveva fornito il sindaco Del Gaudio, ma il San Paolo resterà la casa del Napoli. Il modello Udinese? Secondo me è già vecchio, noi dobbiamo pensare al futuro e mi auguro che alla fine di questo percorso che abbiamo appena intrapreso lo stadio diventi di proprietà del club”. Una strada già seguita da altre società e che può rappresentare il futuro del calcio italiano.

Fonte: La Gazzetta dello Sport