Il cordoglio della SSC Napoli per la scomparsa di Gaetano Musella

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

musella

Il Presidente Aurelio De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli esprimono profondo dolore per la prematura scomparsa di Gaetano Musella, attaccante azzurro degli Anni 80.

“Nino” come era affettosamente chiamato dagli amici è stato un enfant prodige del calcio italiano. E’ cresciuto nelle giovanili del Napoli ed ha esordito in maglia azzurra in Serie A ad appena 17 anni.

Ha sfiorato lo scudetto in azzurro nella stagione 1980/81 nel Napoli di Krol e di Marchesi allenatore. Per lui si aprirono anche le porte della Nazionale Under 21.

Ancora nel cuore dei tifosi un suo storico gol contro il Torino al Comunale con uno stacco di testa dal limite dell’area.

 

Gaetano Musella è nato a Napoli il 22 gennaio del 1960.
Ha giocato in maglia azzurra per quattro stagioni. L’esordio nel 1977/78.
84 le presenze con il Napoli: 71 in serie A, 10 in coppa Italia e 3 in coppa Uefa.

Ha segnato 12 gol, 8 in campionato, 3 in coppa Italia ed uno in coppa Uefa, nel 2-2 contro il Radnicki del 16 settembre 1981.
Ha giocato anche con il Padova, il Catanzaro, il Bologna, la Nocerina, l’Ischia, il Palermo, la Juve Stabia ed il Latina.
Vanta anche 8 presenze nella Nazionale Under 21 con  una rete segnata nel 3-1 al Lussemburgo del 10 ottobre 1980.
Nel 1997 ha iniziato la carriera da allenatore nelle giovanili del Napoli. Ha poi allenato la Sangiuseppese, la Puteolana, l’Isernia, il Neapolis, il Sorrento, la Casertana, l’Ercolanese, la Sanremese ed il Campobasso.

Fonte e foto: SSC Napoli

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

CONOSCI SPAZIONAPOLI?

SpazioNapoli è parte della grande famiglia editoriale del Nuovevoci Network, insieme a Rompipallone.it, SpazioInter.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui canali social, il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Seguici su Facebook