shinystat spazio napoli calcio news Notte Champions: il Napoli si affida al fortino San Paolo

Notte Champions: il Napoli si affida al fortino San Paolo


SanPaoloCLDalla Coppa dei Campioni alla Champions, dal Real Madrid al Borussia Dortmund: il Napoli, reduce dalla vittoria sull’Atalanta, ha sempre un prezioso alleato nello stadio San Paolo. Sette gare nella più importante manifestazione europea per club ed azzurri imbattuti a Fuorigrotta, quattro vittorie e tre pareggi, nonostante da queste parti siano transitate avversarie di altissimo livello. Ecco perché Jurgen Klopp qualche giorno fa ha detto: “Non vedo l’ora di giocare lì, sarà affascinante. Immagino i clacson sotto l’albergo la notte della vigilia”. Il San Paolo è stato definito dai giornali inglesi, due anni fa in occasione della sfida con il City, “l’inferno azzurro”. In effetti, per la squadra allora allenata da Mancini si rivelò tale, ma Yaya Tourè, non esattamente l’ultimo arrivato, ha detto successivamente di essere rimasto talmente incantato da quella cornice di pubblico che aveva deciso di rimanere in campo per godersi la festa dei suoi avversari davanti ai loro tifosi.

Ieri e oggi L’ultima volta che la celebre musichetta ha risuonato al San Paolo l’avversaria era il Chelsea e quella sera furono battuti i Blues e abbattuto il record d’incasso. Una serata indimenticabile, come si prospetta anche quella di mercoledì. Lo si capisce dal fatto che restano in vendita soltanto pochi biglietti, ovviamente dei settori più costosi. Gli altri sono stati polverizzati in un batter d’occhio. Addirittura troppo in fretta, lamentano i tifosi rimasti senza il prezioso tagliando. Di sicuro, i posti liberi saranno davvero pochi: attesi tifosi da ogni parte d’Italia e d’Europa. C’è da sostenere gli azzurri, ma anche da suggellare una sorta di gemellaggio voluto proprio dai fans del Dortmund, con una lettera pubblicata sul web. Ecco perché sotto il profilo dell’ordine pubblico non c’è particolare apprensione, anzi sui social network gira voce di un incontro pacifico tra gruppi di tifosi di Napoli e Borussia per mercoledì alle 13 in pieno centro città. Pizza e birra, un accoppiamento classico. Poi, però, a parlare sarà soltanto il campo.

Gli altri tedeschi Agli azzurri servirà un’impresa, quella che con il Real nel 1987 riuscì in parte, ma anche per i tedeschi non sarà facile visto che a Fuorigrotta neppure il Bayern due anni fa è riuscito a spuntarla. Il vecchio San Paolo resiste, anche se ha problemi di Rete, con la lettera maiuscola. Entro mercoledì bisogna ripristinare la linea Internet in tribuna stampa. Per la Champions, meglio mettersi il vestito buono.

Fonte: La Gazzetta dello Sport