shinystat spazio napoli calcio news Klopp aspetti, Benitez e il Napoli sono chiamati alla prova del 9 contro l'Atalanta

Klopp aspetti, Benitez e il Napoli sono chiamati alla prova del 9 contro l’Atalanta


rafa_benitezNapoli-Atalanta è il primo della serie di incontri che il Napoli dovrà disputare in questo tour de force di inizio campionato.

A causa degli impegni di campionato e delle partite di Champions League, la prima delle quali proprio al San Paolo tra una settimana, il club azzurro dovrà affrontare sette avversari diversi  in venti giorni, a partire da sabato.

La prima squadra da affrontare è l’Atalanta. I ragazzi di mister Colantuono sono un avversario ostico. L’organico è lo stesso dell’anno scorso e quindi non c’è stato bisogno di attendere l’inserimento di nuovi innesti. I neroazzurri, guidati dagli ex Denis e Cigarini, daranno del filo da torcere alla squadra partenopea.

Questa partita si prospetta la chiave di volta di tutta serie che seguirà. Nonostante sia passata in secondo piano a causa del primo impegno stagionale in Champions contro il Borussia Dortmund, la partita verrà utilizzata dall’allenatore Benitez per applicare l’annunciato turnover.

Nelle passate stagioni, mister Mazzarri si è trovato a dover utilizzare sempre la stessa squadra, fidandosi degli stessi elementi ad ogni partita, implicando così un affaticamento notevole da parte di tutti i giocatori. Il problema della squadra era la mancanza di rincalzi all’altezza dei titolari. Le pesanti sconfitte subite dal Napoli negli scorsi anni sono causa di un mancato inserimento dei giocatori di riserva negli schemi di gioco della squadra.

Spesso e volentieri Mazzarri, quando si trovava a dover applicare necessariamente il turnover, rivoluzionava l’intera squadra, dando spazio a giocatori discreti, che non erano assolutamente all’altezza delle occasioni.

Memorabile è la trasferta di Verona di due stagioni fa, dove l’allenatore schierò una formazione che comprendeva giocatori come Fideleff, Santana e Mascara. E l’unica punta era Pandev. La sconfitta allora fu inevitabile.

Con l’arrivo di Benitez le cose sono cambiate. Il tecnico spagnolo ha chiaramente fatto sapere che la rosa di cui aveva bisogno doveva comprendere almeno venti giocatori che avrebbero dovuto giocarsi il posto da titolare. Proprio per evitare sorprese come quelle degli scorsi anni. Con un avvio di campionato come questo qui, sarà necessario rivoluzionare la squadra. Ma il mister si fida dei suoi giocatori, al punto da potersi permettere di far rifiatare gente come Zuniga – ormai diventato fondamentale – e i trequartisti. La sfida contro il Borussia è importante, ma quella di sabato lo è ancor di più.

Bisogna iniziare con il piede giusto questo ciclo di ferro e tutti devono dare una mano.

Sarà la prova del nove per Benitez, che ha la possibilità di dimostrare che le sue strategie sono giuste e che l’epoca dei titolarissimi è terminata. Sono tutti importanti per questo Napoli. Ognuno ha da dire la sua. La Dea è avvisata.