shinystat spazio napoli calcio news L'editoriale di Alessia Bartiromo: "La settimana delle attese, delle file e delle speranze"

L’editoriale di Alessia Bartiromo: “La settimana delle attese, delle file e delle speranze”


editoriale_alessia_bartiromoLa settimana delle attese, delle file, dell’entusiasmo. In città non si parla d’altro: c’è Napoli-Atalanta, poi Napoli-Borussia Dortmund e dopo ancora Milan-Napoli, tre appuntamenti da non disattendere. Nessun problema per la gara di campionato: tagliandi a prezzi alquanto popolari, con il “San Paolo” che sabato sera offrirà una bellissima cornice di pubblico per trascinare i beniamini azzurri verso la terza vittoria consecutiva in altrettante gare, non sottovalutando l’ostacolo dell’undici del tecnico Colantuono.

C’è poi la Champions e qui il discorso si complica. I biglietti sono disponibili ormai da una settimana ma con un sistema attentamente studiato dalla società sotto l’ombra del Vesuvio: prima prelazione per gli abbonati, poi vendita dei posti non occupati e solo in seguito vendita libera per tutti ma a scaglioni. Disponibili prima le  Tribune, oggi i Distinti e solo venerdì le Curve. Sono già previsti appostamenti notturni fuori ai botteghini del “San Paolo”, occupazioni pacifiche (almeno si spera…) di Tabaccherie e rivendite autorizzate. L’imperativo è solo uno: accaparrarsi quanto prima l’agognato biglietto, in una corsa ansiogena e senza fine contro il tempo.

Mors tua vita mea, insomma: alle 10 di venerdì scatterà l’ora X e chi è dentro è dentro, chi è fuori è fuori, il sold out è alle porte. E’ troppa l’emozione di ascoltare dal vivo quella splendida canzone ed urlare uniti in una sola voce quell’accorato “The Champions”, che ogni sacrificio sembra sempre troppo poco. C’è sempre fame di tifo a Napoli, del bel calcio che offre una delle competizioni sportive più belle del Mondo e che vedrà nuovamente protagonista l’undici azzurro, del brivido che scorre quando ci si accosta a fuoriclasse indiscussi. Appuntamento quindi tra sette giorni per la Champions, senza dimenticare però l’Atalanta di scena a Fuorigrotta sabato sera: il blasone dell’avversaria è sicuramente diverso ma i tre punti in palio sono ugualmente molto, molto pesanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA