shinystat spazio napoli calcio news Nove anni della gestione De Laurentiis e tanta voglia di crescere ancora

Nove anni della gestione De Laurentiis e tanta voglia di crescere ancora


aurelio_de_laurentiis (3)La più grande soddisfazione nella vita è sapere di avere un passato senza rimpianti, un bellissimo presente ed un futuro in evoluzione da costruire. Una massima che non solo si può adattare ad ognuno di noi ma che sembra il perfetto riassunto della storia recente del Napoli, che con il presidente Aurelio De Laurentiis ha bruciato le tappe, rinascendo in meno di un decennio dalle ceneri della retrocessione a tavolino in serie C fino alla A, alla vittoria della coppa Italia ed alla duplice qualificazione in Europa e Champions League.

La gestione del patron sotto l’ombra del Vesuvio inizia proprio nove anni or sono e precisamente il 10 settembre 2004 quando, davanti alle telecamere di tv ed ai microfoni delle radio locali, ha presentato gli obiettivi del nuovo club, il Napoli Soccer. Accanto a lui il direttore generale Pierpaolo Marino e l’allenatore Gianpiero Ventura, attori non protagonisti di una scena che vede i riflettori puntati esclusivamente su De Laurentiis, uno dei produttori cinematografici più noti e blasonati del Mondo e che ha deciso di intraprendere una difficile ma affascinante avventura nel mondo del calcio.

La piazza partenopea si sa, è particolare, atipica rispetto a tutte le altre ma niente spaventa il nuovo presidente che quasi un decennio fa già parlava di rinascita, crescita graduale, work in progress e progetto, tutti elementi che sono stati più che rispettati dalla squadra azzurra. Due anni di serie C, uno di B e lo storico ritorno in grande stile nella massima serie dove si sono susseguiti piazzamenti davvero importanti fino alla vittoria della Coppa Italia ed il secondo posto dello scorso anno con il ritorno in Champions League, a dimostrazione di quanto il club stia lavorando per ottenere il massimo sia in termini di risultati attuali che per assicurare un futuro che sia solido ed ugualmente vincente.

I tifosi ne sono coscienti e riconoscenti: basta guardarsi alle spalle, prima del 2004, per notare le abissali differenze con le vecchie gestioni. Dopo i due Scudetti infatti, il Napoli è andato completamente allo sfascio, rivivendo belle ed indimenticabili emozioni soltanto negli ultimi anni sia in campionato che a livello internazionale, dove gli azzurri sono tornati ad essere una squadra temuta, rispettata e molto competitiva. Altri miliardi di questi giorni caro Napoli: ora però tocca a te sugellare il decimo anno con qualcosa di davvero importante.  

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA