shinystat spazio napoli calcio news Nando Misuraca: "Higuain sulle note di Luca Carboni..."

Nando Misuraca: “Higuain sulle note di Luca Carboni…”


ti_amo_napoli_misuracaCi vuole un fisico bestiale per resistere agli urti della vita …” cantava Luca Carboni nel 1993 e potrebbe questo essere l’allegro ritornello sul quale far scorrere le immagini del primo gol in maglia azzurra di Gonzalo Higuain.

E’ il caso di dirlo, L’attaccante andato a segno nella vittoriosa trasferta di Verona, “ci ha messo proprio la faccia” in quest’avventura azzurra, dopo i fasti con il Real Madrid. “Ci vuole un fisico bestiale per resistere… a quel che leggi sul giornale e certe volte anche alla sfiga” .

Prima si è reso, suo malgrado, protagonista di uno dei più sfortunati tuffi che la storia di Capri ricordi (tanto da suscitare l’ilarità di tutti i compagni di squadra!), poi ha resistito alla pressione del gossip che si è fiondato sulla sua nuova love story con tale Lucia Fabiani (una specie di clone nostrano di Belen Rodriguez, ndr) e, successivamente, ha avuto la forza di scendere (incerottato!) in campo a Verona e trovare la prima marcatura italiana.

Non una lacrimuccia, non un cedimento. Fiero e sicuro per la sua strada a dichiarare impettito, ancora tutto tumefatto dalla caduta, “domenica ci sarò!” . Ed effettivamente in campo ha regalato una prestazione fiera, di carattere, con il coraggio che solo i campioni hanno .

Ma la stessa canzone si potrebbe adattare  non solo al singolo ma a tutto il nuovo Napoli di Benitez, bello da vedersi, veloce, giovane, d’attacco e…fisicato.

Alla squadra il mister iberico sembrerebbe aver chiesto da subito il massimo impegno “Ci vuole un fisico bestiale sai, speciale sai…” consapevole che la Serie A, nonostante l’impoverimento degli ultimi anni, resta uno dei campionati più difficili del mondo. Ed è ovvio che, prima o poi, anche il Napoli dovrà fare i conti con i problemi di una competizione così complessa e logorante in cui anche le squadre di bassa classifica possono dire la loro.

Buttare il cuore oltre l’ostacolo, quindi, consapevoli che non bisognerà mai sedersi sugli allori  “perché siamo sempre ad un incrocio sinistra, destra oppure dritto, il fatto è che è sempre un rischio …”.

Avere una mentalità vincente ed europea (e non da provinciale affamata, vero Mazzarri?) Attenzione giusta per la preparazione atletica perchè “…come dicono i proverbi, mente sana in corpo sano…” ma, soprattutto, al lato tecnico-tattico.

E così al San Paolo Il pallone torna ad essere uno sport basato sull’arte pedatoria, sulla capacità tecnico-tattica di giocare la sfera e di sfruttare il talento balistico dei singoli.

Esattamente tutto il contrario del credo di Reja prima, di Mazzarri poi . Ma quel Napoli veniva dalla C ed era la logica conseguenza delle cose.

Il Napoli e la città di Napoli hanno fame di trionfi e queste prime due partite sono un ottimo punto di partenza , ricordando sempre  che “Ci vuole un fisico bestiale, per stare nel mondo dei grandi…”. Presto sarà Champions League e gli azzurri nel girone se la vedranno con Arsenal, Borussia Dortmund e Marsiglia. Indubbiamente tre big del panorama europeo.

L’occasione è di quelle ghiotte, da non farsi sfuggire.  Il Napoli quest’anno sembra avere tutte le frecce giuste nel suo arco per far bene anche sul piano internazionale.

Hamsik è trascinatore, maturo al punto giusto e concreto, c’è un manipolo di veterani esperti della competizione (Higuain, Reina ed Albiol ) assetati di rivalsa,  Callejon e Insigne sono diamanti puri da dover far brillare. Dietro di loro un’ossatura di squadra solida che, dopo l’acquisto del giovane puntero Zapata potrebbe essere ancora puntellata in extremis.

Intanto dopo la sosta, al San Paolo sarà di scena l’ostacolo Atalanta, un match sempre affascinante e ricco di rivalità quello con i bergamaschi. Per le mire azzurre sarà un test più che importante.  E tutti i napoletani si augurano che la squadra affronti questo incontro con la stessa determinazione con cui Higuain ha affrontato lo scoglio di Capri.  Il Napoli deve abituarsi a galoppare forte perché le concorrenti quest’anno sono tante ed agguerrite “Ci vuole molto allenamento, per stare dritti controvento…” e mantenere così immutato il suo “Fisico Bestiale”.

ECCO LA CANZONE “ALLEGATA”:

http://youtu.be/F_p6Y0hx9q0

Nando Misuraca