shinystat spazio napoli calcio news Donadel - Verona: tra il comico e l'horror

Donadel – Verona: tra il comico e l’horror


“Corri, Forrest! Corri!!” Avete presente la scena del film interpretato da Tom Hanks, in cui il protagonista, Forrest Gump, mette in bella mostra la sua dote principale, quella della corsa, in un campo di football americano?! Bene, vedere procuratori e dirigenti correre per la trattativa Napoli- Hellas Verona verso la stanza del “deposito contratti” per Donadel, mi ha ricordato esattamente quella scena. Con tutti i tifosi azzurri gridargli dietro: “Corri, Forrest! Corri!”. Che non ci sembrava vero che dopo i tormentoni delle cessioni di Calaiò e Dossena, eravamo riusciti a piazzare all’ultimo secondo, con la gocciolina di sudore che scendeva lungo la fronte di Gianluca Di Marzio e attraverso la barba di Bigon, anche Donadel. Qualcuno su facebook l’ha ricordato in una scena del film “AceVentura: Missione Africa”: AceVentura alias Donadel che vuole a tutti i costi retare nel monastero buddhista convinto di arrecare un grande dispiacere andandosene e il monaco buddhista che gli regalerebbe anche la mamma pur di farlo andare. La scena finisce tra trenini di monaci buddhisti ubriachi ed Ace Ventura che va via, sperando che riescano prima o poi ad elaborare il trauma. Io invece lo ricorderò così per sempre mentre tentava a più riprese di fermare il pallone per piazzarlo sul punto di una punizione, sembrando il più dinoccolato dei bambini di due anni che cerca di prendere quell’oggetto rotolante e molto più grande di lui.

presentazione donadel

Ebbene, Donadel è andato al Verona. Una società da sempre poco amica al Napoli e questo la dice lunga sull’amicizia data a Donadel. Ma non è tanto questo il problema. Anzi, la cosa poteva essere ad un certo punto interessante, legata proprio all’ostilità, anche un po’ geografica, dei due club. Il fatto di poter rifilare un ex-giocatore al Verona solleticava molti tifosi, per la serie: “Voi ci liberate un posto, noi vi regaliamo un pacco”. Questi, più o meno, i commenti che si sono rincorsi sul web appena gli esperti di mercato hanno parlato dell’interesse del Verona. Una volta depositato il contratto e capito di cosa realmente si trattasse, i commenti sono stati altri. Si è capito che, in fondo, il pacco lo abbiamo avuto noi. Loro hanno un ex-giocatore che, volendo, fa numero e compagnia e, pare, anche un ottimo caffè, e noi glielo paghiamo! Insomma, continua per noi “l’affare Donadel”. Non solo. Va in prestito. Cioè a dire che dobbiamo anche sperare che quest’anno ricominci a giocare sul serio e anche discretamente, altrimenti l’anno prossimo abbiamo lo stesso problema. Rescissione a parte, si capisce! In tutti i casi, per restare nelle citazioni cinematografiche, l’accoppiata Donadel-Hellas Verona, per noi azzurri sembra essere la protagonista di un film horror. Speriamo cinicamente, almeno, di serie B.