shinystat spazio napoli calcio news La dura reazione del Sindaco di Capri: "De Laurentiis ha solo creato fracasso mediatico"

La dura reazione del Sindaco di Capri: “De Laurentiis ha solo creato fracasso mediatico”


higuain_capri6

Poteva risparmiarselo: questa in sintesi la reazione di Ciro Lembo, Sindaco di Capri, rispetto alle esternazioni del presidente del Napoli circa l’incidente occorso a Gonzalo Higuain, scivolato su uno yacht e poi trasportato all’ospedale “Capilupi“ dove, a detta del presidente, al calciatore non avrebbero saputo applicare nemmeno i punti di sutura. Al contrario, il primo cittadino ha rivolto apprezzamento e plauso ai sanitari della struttura dove, pur lavorando in condizioni difficili, hanno assistito adeguatamente il calciatore; gli stessi medici hanno ricevuto i ringraziamenti di Higuain e dei suoi accompagnatori.

Lembo vorrebbe chiuderla lì ma é apparso infastidito per quelle gratuite accuse. “Il presidente del Napoli si è espresso senza avere vista il calciatore per valutarne le condizioni e l’eventuale operato dei sanitari, per cui davvero non riesco a comprendere tali gravi dichiarazioni perché la sfruttura sanitaria, attraverso i suoi operatori, é in grado di assicurare prestazioni di ottimo livello a tutti e non solo ai vip che, giunti sull’isola, dovessero avere necessità. Peraltro a spese del Comune abbiamo pure allestito a Marina Grande un presidio medico di urgenza ove sono stati registrati oltre 50 interventi, ricevendo il ringraziamento di quanti hanno fruito di tale struttura. Il nostro lavoro lo sappiamo fare” conclude il sindaco che auspica: “Mi auguro che il fracasso mediatico provocato possa creare attenzione sul problema della struttura, che conosciamo, dove lavorano però professionalità di indiscusso valore”.

Indignata la reazione dei medici che hanno affidato al presidente nazionale del loro sindacato (Smi), Giuseppe Del Barone, una severa risposta: «Il presidente si occupi di calcio astenendosi da giudizi offensivi verso i medici campani. Una cosa sono le strutture, magari fatiscenti, un’altra sono i medici e quanti lavorano negli ospedali badando alla salute pubblica nonostante i tagli e il periodo estremamente difficile».

FONTE: Corriere dello Sport