shinystat spazio napoli calcio news SpazioCampania – Il punto sulle principali squadre di calcio campane

SpazioCampania – Il punto sulle principali squadre di calcio campane


spazio campaniaSpazio Campania di questa settimana darà ancora una volta uno sguardo in casa d’altri, e cioè a casa delle principali pretendenti alla lotta per diventare la prima, vera antagonista del Napoli in Campania, stiamo parlando di Juve Stabia, Avellino, Benevento e Salernitana, tutte impegnate a completare le rose e a definire, attraverso i primi impegni, quali sono le reali ambizioni per la prossima stagione.

Come di consueto, cominciamo con un check up in casa della Juve Stabia, dove la vittoria in Coppa Italia ai danni del Gubbio per 3-0 ha dato nuova linfa e ottimismo in chiave futura. Le reti di Di Carmine, Diop e Mezaville hanno detto che la squadra di Castellammare è pronta per questo inizio di stagione. Ecco le parole di Mister Braglia rilasciate a fine gara a TMW:  “I ragazzi hanno fatto una buona gara e sono molto contento per questa vittoria, perché siamo stati molto bravi a tenere le distanze in campo. Abbiamo realizzato un gioco fatto di buoni fraseggi e siamo stati capaci di dar vita a delle belle fasi di gioco. La squadra ha meritato questo successo, perché in ritiro ha lavorato tanto per giocare nel miglior modo possibile queste partite. Varese? Sarà un bel test per noi anche se dobbiamo tenere in considerazione che siamo partiti più tardi nella preparazione rispetto ad altre squadre. Stiamo lavorando bene, ma questa vittoria non deve cambiare nulla nel nostro modo di affrontare le partite; dobbiamo impegnarci per essere competitivi. Ci sono ben dieci squadre che puntano alla promozione e noi dovremo lottare con determinazione per raggiungere il nostro obiettivo“. Intanto, in chiave mercato, tiene banco la necessità di chiudere per un difensore, sembra prendere corpo l’idea per Armando Perna, ex Modena, svincolato, senza dimenticare che nella lunga lista di disoccupati ci sarebbero anche “l’usato sicuro” Carrozzieri e Rinaudo, quest’ultimo ex Napoli. In uscita si aspetta sempre al varco l’attaccante Cellini, considerato di troppo nel progetto Braglia.

L’Avellino è scatenato nelle ultime ore. Appena annunciati gli acquisti di Andrea Soncin, attaccante, e Maurizio Peccarisi, entrambi ex Ascoli, che vanno probabilmente a chiudere il mercato in entrata degli irpini. Ora servirebbe uno sfoltimento, in particolare si cercherà di piazzare Biancolino e Millesi, come già evidenziato la scorsa settimana. Intanto, in Coppa Italia, vittoria di misura dei biancoverdi ai danni del Monza, allenato dall’ex azzurro Antonino Asta. Il gol è stato realizzato da Castaldo, lanciato a rete da un Togni in vena di assist, autentico faro degli avellinesi. Nel prossimo turno gli irpini affronteranno il Cesena allo Stadio Partenio, in una gara che potrebbe essere favorevole ai campani, per proiettarli al turno successivo, dove si prevede la presenza del Cagliari, impegnato contro il Frosinone. Prima della sfida di coppa, il presidente Taccone ha lamentato una severa critica ai danni dei tifosi, rei, secondo il presidente, di una mancanza di fiducia in questo progetto, dopo la deludente campagna abbonamenti. Gli ultimi due acquisti saranno in grado di invertire la tendenza?

Il Benevento ha ufficializzato l’acquisto dell’attaccante Piazza dalla Pro Vercelli, e, nella stessa operazione, ha inserito l’attaccante Marchi, che giocherà quindi a Vercelli la prossima stagione. Cambia così completamente fisionomia l’attacco delle “streghe“, che hanno già sperimentato l’artiglieria pesante nella gara di Coppa italia, vinta per 2-0 a Lanciano con i gol di Montiel e Evacuo, quest’ultimo autentico trascinatore. L’avventura in coppa vedrà i beneventani impegnati contro la Sampdoria allo Stadio Marassi sabato prossimo, in una gara storica per il club, che chiederà alla squadra il massimo impegno per provare a compiere un’impresa. Ecco le parole del ds Pastore, postume alla gara, rilasciate a TMW: “Giocare a Genova è un premio per quello che hanno fatto e meritato i ragazzi. Se la devono godere in quello che per me è un teatro del calcio“. Approfondimento anche in chiave mercato: “Eravamo partiti con l’idea di creare unità d’intenti fra tutti, cercando prima uomini, poi calciatori. Non illudiamoci da queste vittorie, c’è ancora da operare sul mercato e queste partite ci hanno fatto riflettere su dove intervenire. Mancano un terzino sinitro e un centrale difensivo. Poi vediamo se c’è da fare qualche piccolo ritocco o andare avanti così come siamo“.

A Salerno, dopo il tonfo in Coppa Italia contro il Teramo (0-3) si cerca di completare la rosa e di concentrarsi sul campionato alle porte. Con Lotito che latita (scusate il gioco di parole) è il caso di approfondire quali saranno i piani del ds Susini per completare una squadra che manca ancora di alcuni elementi per presentarsi ai nastri di partenza in maniera appropriata. Non ci sono particolari appuntamenti da segnalare per evidenziare trattative di mercato, bensì si continua a monitorare il settore giovanile della Lazio da cui potrebbero arrivare i rinforzi necessari per il tecnico Sanderra. Tra i nomi accostati alla causa granata, l’esterno d’attacco Ricci e il ritorno del centrocampista Perpetuini, quest’ultimo atteso ancora per firmare il contratto che lo legherà alla Lazio anche per i prossimi anni. Si guarda, inoltre, con insistenza al Latina, dove interesserebbe il nigeriano Agodirin, già allenato dal tecnico la scorsa stagione, e Sacillotto, brasiliano in attesa di definire il proprio futuro con la squadra romana. La nota positiva è la possibilità di avere già in rosa il potenziale centrocampista che servirebbe come il pane; si tratta di Alejandro Samaniego, proveniente dalle giovanili del Real Madrid, tenuto molto in considerazione negli ultimi giorni di lavoro nel ritiro granata. Ovviamente non si sono abbandonate le piste per un mediano con maggiore esperienza, leggasi Lunardini del San Marino e Volpe del Lanciano, dopo aver perso Moscati del Livorno, molto vicino alla firma con il Perugia.