shinystat spazio napoli calcio news GazzSport - Voti ai nuovi acquisti: la porta è in mani sicure

GazzSport – Voti ai nuovi acquisti: la porta è in mani sicure


rafael_napoli_2L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport si è divertita a dare i voti ai nuovi acquisti azzurri.

Si parte da un 7 pieno per Rafael. Ritenuto la migliore scoperta di questa torrida estate napoletana. Si è messo in evidenza durante il ritiro di Dimaro, poi ha lasciato nelle ultime gare il posto a Reina ma la concorrenza tra i due preannuncia scintille.

Identico voto anche per Pepe Reina. Pupillo di Benitez fin dai tempi di Liverpool: quando si è presentata l’occasione, il tecnico spagnolo non ha avuto dubbi. Grande prestazione contro l’Arsenal al debutto, impartisce sicurezza al reparto ma dovrà evitare disattenzioni causate dalla troppa leggerezza.

In difesa un 5.5 per Raul Albiol. Non ha ancora condizione nelle gambe, ha lavorato molto in questo avvio per mettersi alla pari con i compagni. Nei piani di Benitez è lui, insieme a Britos al momento, uno dei due centrali titolari. Dal primo minuto contro il Benfica ha comunque evidenziato qualche mancanza, peccando sul gol di Luisao. Ma il tempo c’è…

Sulla trequarti Callejon merita un 6. E’ quello che ha giocato più di tutti nel precampionato, dimostrando un buon dribbling ed una buona incisività ma pecca ancora nei cross. Suo pezzo forte anche gli inserimenti senza palla e i tagli alle spalle della difesa, così come la condizione fisica: al momento è uno dei migliori. Tuttavia, non ha ancora dimostrato quanto realmente può valere e quanto di buono fatto nel biennio trascorso alla corte di Mourinho: Benitez vuole da lui maggiore concretezza.

Un 6 anche per Mertens. Chiuso da Insigne, ha comunque dimostrato di valere tecnicamente. Sulla fascia sfreccia a tutta velocità, ma rientra poco sul destro per cercare la conclusione. Una rapidità, quella dell’ala belga, che potrà tornare utile nelle ripartenze, ed un duello con Insigne che fa sfregare le mani a Benitez.

Si chiude con un 6.5 al Pipita Higuain. Una crescita graduale quella dell’argentino, arrivato in condizioni precarie ma cresciuto molto nell’amichevole contro il Benfica, dove oltre al gol è stato apprezzato anche nelle vesti di rifinitore. Da non sottovalutare il suo carattere: sul piano della simpatia, ha già scalato posizioni importanti.

Christian Sorrentino