shinystat spazio napoli calcio news 1987: l'arrivo di Paolo Miano al Napoli

1987: l’anno dello scudetto e dell’arrivo di Paolo Miano



paolo mianoPaolo Miano/
Il 1987 è stato l’anno della gloria, del successo, del trionfo, della vittoria; l’anno della felicità, del sorriso stampato in volto, delle stelle negli occhi. Il 1987 è stato l’anno in cui il Napoli vinceva lo scudetto: proprio così; un sogno diveniva realtà. Ma parliamo del maggio 1987.

Poi i nuovi acquisti. E si inizia a far riferimento alla stagione successiva del 1987/88. Si pensa di dare miglior qualità al centrocampo, perché in fondo uno in più che sa il fatto suo non dispiace. Allora fu così che nell’estate dell’87 approda a Napoli un centrocampista biondo, che per sette anni veste la maglia dell’Udinese, disputando con la squadra friulana 117 gare e realizzando 11 gol. Non male Paolo Miano, uomo di assist.

Per scrivere la storia, far in modo che gli altri parlino di te, restare nelle menti anche di chi ha memoria breve però non basta l’oro dei capelli e un destro micidiale. Queste sono qualità e particolarità che si notano al momento, nell’immediato, ma non durano nel tempo. Il 1987 chiama alle menti lo scudetto, il nome di Maradona, non certo un tale Paolo Miano.

Poteva avere abbastanza spazio nel Napoli, e invece per Paolo Miano ci fu quasi sempre solo la panchina. Nemmeno un gol in maglia azzurra, quella rete di cui almeno una volta si sarebbe potuto parlare. Per lui solo 9 presenze. L’anno successivo Paolo Miano fu ceduto al Pescara e, il Napoli, avrebbe vinto il suo secondo scudetto.

Perchè la storia è dei grandi, è di chi compie imprese ardue, di chi ha carisma, coraggio, fortuna, bravura, precisione. E’ di chi ha la facoltà di trovarsi al posto giusto al momento opportuno. Si vede che la nostra storia non dovevi scriverla tu, non era il tuo destino, il nostro scudetto non doveva essere legato al tuo nome…

MARIA REA

Riproduzione riservata