shinystat spazio napoli calcio news fifa confederations cup 2013

SPAZIO-ESTERO: FIFA CONFEDERATIONS CUP 2013. Per la Nigeria ci vuole il pallottoliere. Brutto esordio per Tahiti, 1-6!


FIFA Confederations Cup 2013Come facilmente preventivabile, la Nigeria passa agevolmente sulla “Cenerentola” della FIFA Confederations Cup 2013, Tahiti travolgendolo con sei reti ed insediandosi in testa al Gruppo B, in coabitazione con la Spagna, ma forte per il momento di una migliore differenza reti.

Finisce 6-1 allo stadio Governador Magalhaes Pinto di Belo Horizonte,  ma non si fatica troppo per capire quale sarà l’andazzo della serata, ed infatti dopo nemmeno tre giri di orologio la porta di Tahiti viene già violata anche se in circostanze abbastanza accidentali; il tiro da fuori area di Echiejile vien deviata non una, ma ben due volte prima di insaccarsi alle spalle di Samin (3′).

E’ l’inizio di una probabile goleada, ed a suffragare questa ipotesi ci si mette il subitaneo raddoppio di Oduamadi (9′), che riceve palla al limite dell’area, fa fuori in dribbling un difensore e batte Samin da pochi passi. Per il centravanti del Varese è il primo dei suoi tre gol che ne fanno il protagonista della serata.

Nonostante il pesante passivo già accumulato dopo dieci minuti di gioco, Tahiti non si demoralizza, cercando in qualche modo di mettere paura alle “aquile verdi”, soprattutto con Vahirua, giocatore che per tecnica ed esperienza internazionale risulta essere il migliore dei suoi.  Purtroppo, gli sterili tentativi di creare grattacapi alla difesa nigeriana, espongono Tahiti alle ripartenze degli africani, che per sfortuna ed anche un pizzico di presunzione dilapidano almeno un paio di palle gol colossali.

Ci pensa però Oduamadi a calare il tris per la Nigeria e la doppietta personale, approfittando stavolta di una clamorosa indecisione di Samin, che sbaglia una comoda presa bassa, trasformale nel più comodo degli assist per il centravanti, che davvero non può sbagliare a porta vuota, ed è il 3-0 che chiude una gara praticamente mai iniziata (26′). Con questo punteggio le squadre vanno negli spogliatoi.

La ripresa vede sempre la Nigeria al comando delle operazione, incapace però di concretizzare la smisurata mole di azioni da gol prodotte. Ai tanti gol divorati, pertanto segue, come vuole le legge del calcio,  il gol subito ed è un gol per certi versi storico, poichè il primo messo a segno da Tahiti in una manifestazione intercontinentale. A segnarlo è John Tehau, che stacca di testa in maniera vincente sull’angolo di Vahirua (54′). La rete è salutata dalla grande gioia di giocatori, allenatore ed anche del pubblico brasiliano, strenue sostenitore, per tutta la durata della gara, della simpatica nazionale oceanica.

La Nigeria capisce che è il momento di fare sul serio e, complice la stanchezza di un Tahiti poco avvezzo a certi ritmi, ne approfitta per infilarsi negli spazi lasciati incustoditi dalla difesa, andando a bersaglio nuovamente grazie ad un’autorete; è ancora John  Tehau il protagonista, infilando stavolta la rete sbagliata (68′). A distanza di pochi minuti, Oduamadi chiude la sua serata di gloria, insaccando a porta vuota (70′), mentre è di Echiejile (80′) il gol che chiude la gara, con un destro sporco che comunque s’infila in rete. Poi, il triplice fischio finale.

Nigeria che, come detto, affianca al comando del Gruppo B la Spagna, mentre per Tahiti si ha l’impressione che quella di stasera sia stata sono l’inizio di tre grosse “strigliate”. Ma ad una nazionale inesperta, si può anche chiudere un occhio.

FIFA CONFEDERATIONS CUP 2013
1° TURNO
GRUPPO B

Estadio Governador Magalhaes Pinto, Belo Horizonte
TAHITI v NIGERIA 1-6
(54′ J.Tehau – 3′, 80′ Echiejile, 9′, 26′, 70′ Oduamadi, 68′ aut. J.Tehau)

CLASSIFICA
NGA 3;  SPA 3;  URU 0; TAH 0