shinystat spazio napoli calcio news Insigne in rampa di lancio: con Benitez può essere la sua stagione

Insigne in rampa di lancio: con Benitez può essere la sua stagione


insigneBenitez già stravede per Insigne. Il nuovo tecnico azzurro ne ha apprezzato molto le qualità mostrate con l’Under 21. “Complimenti a Lorenzo Insigne, uno dei giocatori importanti della Under 21 italiana. Sta giocando a un alto livello. Spero che si possa mantenere così per tutta la prossima stagione. Ci vediamo tra un paio di settimane. Saluti” il messaggio del tecnico spagnolo in italiano e in inglese sul proprio sito.

E l’attaccante di Frattamaggiore non vede l’ora di mettersi a disposizione del nuovo allenatore e di cominciare l’avventura a Dimaro. Era felicissimo ieri. Si è sentito al telefono con Antonio Ottaiano, uno dei suoi procuratori, che raggiungerà oggi Lorenzo nel ritiro dell’Under 21 a venti chilometri da Gerusalemme: saranno con lui i genitori di Insigne, Carmine e Patrizia, e la moglie Genny. “Ora spero di vincere l’Europeo con l’Italia, poi un po’ di riposo e mi tufferò nella nuova avventura per provare vincere con il Napoli”. Parola più, parola meno, questo ha detto Lorenzo al suo manager.

La gioia e la soddisfazione per essere stato un grande protagonista nella semifinale contro l’Olanda e aver regalato l’assist del gol vittoria a Borini. Bellissime sensazioni nel ritiro con la nazionale Under 21 di Mangia, l’allenatore che gli ha consegnato la maglia numero dieci e tante responsabilità di quest’avventura azzurra nell’Europeo in Israele. L’attaccante napoletano ha stretto i denti ed è stato più forte del dolore al perone, ieri dopo la partita avvertiva più fastidio: tutto normale, stringerà i denti e ovviamente farà di tutto per essere in campo nella finale contro la Spagna. E sarà in campo lottando contro questo fastidioso infortunio.

L’azzurro Italia e poi l’azzurro Napoli. Benitez lo fa già sentire importante, nel suo modulo, il 4-2-3-1, lo vede alla grande da esterno sinistro. Lo considera un titolare, Lorenzo giocò tutte le partite con Mazzarri però molto spesso partì dalla panchina perchè nella gerarchia iniziale era Pandev il titolare. L’anno prossimo sarà diverso e Insigne non vede l’ora di ripartire con il Napoli e di migliorare ancora nel suo secondo anno in azzurro. I complimenti di Benitez e quelli di De Laurentiis, il presidente azzurro gli ha dedicato un tweet. “Grande Lorenzo, un grandissimo assist e una prestazione con un cuore enorme! Forza Lorenzo e forza Italia”. E Insigne ha ringraziato il presidente azzurro in un’intervista a Sky. “Il tweet di De Laurentiis? Ringrazio il presidente per i complimenti. Non ho ancora visto perchè non ho Twitter ma lo ringrazio di cuore. Ora penso alla Nazionale e poi cuore e testa al Napoli”. Idee chiare, grande voglia di vincere prima con la nazionale Under 21 e poi con il Napoli. E la speranza di poter poi conquistare la maglia azzurra della nazionale A, di convincere Prandelli per i Mondiali in Brasile 2014. Sta vivendo giorni di grande felicità dopo una stagione già piena di soddisfazioni con il Napoli, culminata con il secondo posto e la Champions League diretta.

Eppure in quest’Europeo aveva temuto di doversi fermare per infortunio. Invece Lorenzo, nella nuova versione biondo platino, ha giocato ed è stato un grande protagonista, già dalla prima sfida con l’Italia nella fase finale dell’Europeo Under 21 quando segnò il gol vincente contro l’Inghilterra. Poi un’altra grande prestazione contro l’Olanda, l’assist per la rete di Borini e tante altre giocate di spessore. Ora l’ultimo atto, la finale contro la Spagna: Insigne sogna un’altra notte magica e di vincere il titolo europeo con l’Italia. Una prima grande vittoria in attesa di provare a vincere anche con il Napoli. Con Benitez in panchina potrebbe fare l’ulteriore scatto di qualità, il passaggio definitivo tra i grandi. Il secondo anno con il Napoli, il secondo in serie A, l’anno che porterà ai Mondiali in Brasile. Lorenzo ha tanta strada da percorrere, primo obiettivo la finale contro la Spagna e un titolo europeo da festeggiare.

Fonte: Il Mattino