shinystat spazio napoli calcio news Pazzini e Damiao gli attaccanti del prossimo Napoli?

Pazzini e Damiao, questi i nomi per l’attacco

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Giampaolo Pazzini e Leandro Damiao, questi sono i due nomi che il Napoli sta seguendo nel caso in cui nella prossima stagione dovesse fare a meno di Edinson Cavani. Il Napoli non vuole farsi sorprendere da un eventuale addio del Matador e alcune cessioni importanti dimostrano come la società azzurra sia sempre riuscita a rimpiazzare il partente: Quagliarella con Cavani, Lavezzi con Pandev. Son tanti i nomi che lo staff azzurro sta monitorando ma al momento non c’è nessuna trattativa avviata o in fase di avvio solo uno studio meticoloso sul calciatore più adatto a cui affidare, eventualmente, l’eredità del Matador.

pazzini-giampaolo1_940-8col

 

Sul mercato italiano il nome di Giampaolo Pazzini, 29 anni, è quello che negli ultimi giorni sta avendo maggior rilievo. Il calciatore rossonero soffrirebbe l’arrivo di Balotelli che gli avrebbe chiuso le porte dell’undici titolare. Mazzarri lo conosce avendolo allenato con la Samp, con lui il “Pazzo” segnò 11 reti in 20 presenze un bottino davvero niente male. Lo stesso Pazzini accetterebbe di buon grado questa soluzione consapevole che, con il gioco che preferisce il mister azzurro, andrebbe a nozze.

 

Si sonda anche il mercato brasiliano e in particolare si segue quel Leandro Damiao che tanto ha colpito gli uomini dello scouting azzurro. Il brasiliano è più giovane di Pazzini di cinque anni e anche fisicamente è messo molto meglio. In Brasile è il giocatore del giorno e anche la sua valutazione economica non è da meno. L’Internacional di Porto Alegre lo valuta 25 milioni di euro e spinge per una sua cessione. Il Napoli al momento sembra di voler attendere conscio della brutta esperienza avuta con Edu Vargas, soprattutto perché Damiao sembra più un’idea della società che un reale interessamento di Mazarri.

Leandro Damiao

 

Il si finale spetta comunque a Mazzarri,  sarà lui a decidere su chi puntare.

Fonte: Corriere dello Sport

Preferenze privacy