shinystat spazio napoli calcio news Napoli, sostanza dei sogni!

Napoli, sostanza dei sogni!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

pandev pugni in ariaChe cos’è un sogno?

E’ qualcosa che ti brucia, ti arde l’anima di un ardore che non distrugge, ma crea. E’ qualcosa che scandisce i battiti del tuo cuore, condizionando la tua vita, il tuo percorso, il tuo umore. E’ aria, ossigeno, è il senso della vita racchiuso in un desiderio che straripa dall’anima per immergersi nella pragmaticità, e darle colore.

Il sogno dei Napoletani è tinto d’azzurro. Il sogno dei Napoletani è affidato a undici uomini. Il sogno dei Napoletani è vedere il ciuccio volare, più in alto di tutto e di tutti.

A poche giornate dal fischio finale che sancirà la fine del campionato, il Napoli sogna e realizza. Forte del suo potenziale, delle motivazioni ritrovate e di uomini che si sono riscoperti campioni, a testa alta vive e fa vivere un sogno, quello di ritornare nella ricca Champions e quello di riappropriarsi a pieni titoli dell’appellativo di grande squadra. Perchè il Napoli non è la novità, ma la realtà. Il Napoli non è Cavani, è squadra. Il Napoli non è ripartenze e contropiedi, il Napoli è tecnica, cuore e armonia.

Adesso non bisogna peccare di ingenuità o inesperienza. Bisogna restare calmi,e fare quello per cui si è portati a fare: Vincere. Con freddezza, ma con un implacabile passione.

Perchè sulla vetta non impera più il nero, metà cromatica delle consuete “signore” che siedevano sui troni più ricchi. Adesso piomba l’azzurro, piombano gli azzurri. E hanno deciso di restare la sù per molto tempo, ritrovando, finalmente il loro habitat naturale. Senza fermarsi senza accontentarsi, perchè solo una parte dei sogni sta per essere realizzata. Quell’altra metà, continua a galvanizzarsi dall’interno, pronta a imporsi nel minor tempo possibile.

Realtà in lungimiranza tangibile, dato il precoce consolidamento di alcune premesse irrinunciabili.

Perchè il Napoli è sostanza dei sogni dei suoi milioni di sostenitori, e di se stesso!

RIPRODUZIONE RISERVATA

Alina De Stefano.

 

 

 

 

Preferenze privacy