shinystat spazio napoli calcio news Walter Mazzarri: "Sono tesissimo, attenti a non ripetere Napoli-Catania dello scorso anno"

Walter Mazzarri: “Sono tesissimo, attenti a non ripetere Napoli-Catania dello scorso anno”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Conferenza stampa in cui Walter Mazzarri esplicita la sua tensione e la sua preoccupazione in vista del Cagliari, paragonando la sfida a Napoli – Catania dello scorso anno, quella che costò il terzo posto utile per la Champions.

Ecco quando evidenziato da SpazioNapoli presente a Castel Volturno:

Armero

Può fare anche la mezzala sinistra come dico io, così può giocare a volte anche con Zuniga, sia a partita in corso che nelle prossime scelte.

Grava e Rosati

Per Rosati chiedo al pubblico un sostegno particolare. Quando ha giocato in campionato ha fatto bene.

Su Grava non penso che possa partire dall’inizio perché è un calciatore che fa bene quando si trova dinanzi a un punto fisso, loro hanno calciatori molto veloci e mobili.

Cagliari al San Paolo come il Catania lo scorso anno?

Sono più teso oggi che prima della partita col Milan, vedo un pericolo grosso. Spero di riuscire a farmi capire dai miei calciatori.

Ragazzi della Primavera in campo in caso di qualificazione?

Sono restio a parlare di questo. A volte ho fatto esordire dei ragazzi, Maiello e Insigne per esempio. A me piace farlo. Prima otteniamo le cose e poi vediamo.

Tre partite da match point?

In caso dovessero essere positive.. Il Milan è una signora squadra che può vincere anche con la Juventus. Io penso, però, che se nelle prossime tre facessimo 9 punti avremmo grandi possibilità di essere secondi.

Scelte obbligate di formazione

La vedrete domani..

Pandev

E’ un giocatore decisivo come tanti altri, in un momento di forma particolare. Fa bene fare gol, è importante come tutti gli altri.

Napoli – Juve Primavera e polemica Gerbaudo?

Preferisco non parlare perché dovrei farlo a lungo e non abbiamo tempo. Il discorso è complesso e ampio.

Futuro Cavani?

Si è abituato anche lui, sono sicuro che tutti noi abbiamo interesse a finire questo campionato al massimo per una serie di motivi. Non penso che sia distratto, si allena sempre bene.

Turn-over?

Spero che i calciatori non cascano nel tranello di aver blindato il secondo posto, cercherò di andargli sulla testa e fargli capire che, per assurdo, è più difficile della gara col Milan. Chiedo l’aiuto del pubblico.

Altra partita trappola?

E’ una partita dura e difficilissima, sono i numeri che parlano. Il Cagliari nel girone di ritorno ha fatto due punti in meno a noi, una squadra in formissima e libera di mente, già salva. Avversario pericolosissimo, poi non abbiamo il controllo sulle altre gare. Qualsiasi cosa succede domani bisognerà lottare fino alla fine perché il Milan, con un calendario facilissimo, le vincerà tutte.

La conferenza avrà inizio tra pochi minuti: Walter Mazzarri presenterà la sua Napoli – Cagliari.

Preferenze privacy