shinystat spazio napoli calcio news Il destino di Insigne nelle mani di Mazzarri

Il destino di Insigne nelle mani di Mazzarri

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

lllNon è stata una stagione facilmente interpretabile o giudicabile la prima di Lorenzo Insigne con la maglia del suo Napoli. Sicuramente l’impatto del ventunenne di Frattamaggiore con la Serie A è stato positivo: il timore era che Goran Pandev non gli facesse mai vedere il rettangolo verde, se non dalla panchina. Invece il macedone è stato protagonista di una stagione fatta di alti e bassi e non c’è stato match in cui il “magnifico” non abbia contribuito (dall’inizio o subentrando a partita in corso), accumulando un minutaggio di tutto rispetto per un esordiente.

BILANCIO POSITIVO-  Il bilancio, per la stagione 2012/2013, del talentuoso fantasista azzurro è, dunque, ampiamente positivo. Il campionato in corso, però, sta anche dimostrando che il percorso di crescita e di miglioramento di Insigne deve ancora completarsi: Lorenzo è il giocatore di domani, il capitan futuro, il volto della Napoli calcistica per il prossimo decennio, ma adesso non bisogna bruciarlo e non bisogna forzare la mano.

E SE WALTER RESTASSE?- Farà bene, a questo proposito, Walter Mazzarri a considerarlo una seconda scelta? Solo il tempo potrà dircelo. Ma se l’allenatore toscano prolungasse il sodalizio con il club di Aurelio De Laurentiis  (ad oggi ipotesi molto probabile), a fine campionato una delle prime questioni da affrontare sarà proprio quella riguardante il destino dell’ex campioncino di Cavese, Foggia e Pescara. Le soluzioni percorribili per la prossima stagione sembrano essere solo due: la prima contemplerebbe un cambio di gerarchia tra Insigne e Pandev, che scivolerebbe in panchina. La seconda soluzione – dolorosissima – prevederebbe il prestito secco del numero 24 partenopeo ad una formazione di Serie A che gli garantisca una maglia da titolare.

Tra un mese la stagione andrà in archivio e i nodi verrano al pettine. Insigne e i tutti i tifosi del Napoli aspettano buone nuove…

 Marco Soffitto

Preferenze privacy