Home » News Calcio Napoli » Tifosi azzurri: "Braschi poteva scegliere un altro arbitro"

Tifosi azzurri: “Braschi poteva scegliere un altro arbitro”

rocchi-gianluca-arbitroIl designatore Braschi ha scelto per la delicata sfida di domenica sera a San Siro l’arbitro Rocchi quale giudice di gara. La scelta è caduta indubbiamente sulle qualità e sull’esperienza e anche considerando il rilievo in termini di classica che potrebbe avere l’incontro. Ma ai tifosi azzurri la designazione di Rocchi non è piaciuto affatto, tanto che Saverio Passaretti, presidente dell’Associazione italiana Napoli club, ha rilasciato dichiarazioni poco enigmatiche ma molto forti in merito a ciò: “In questo momento delicato del calcio italiano e della stagione non mi pare la designazione più opportuna, proprio per i precedenti. Braschi poteva scegliere un altro arbitro . In ogni caso i tanti tifosi che saranno a San Siro e quelli che vedranno la gara da casa sperano solo che Rocchi applichi il regolamento senza aiutare o danneggiare nessuno. La speranza di tutti è che vinca la squadra che dimostrerà di essere la più forte, ma senza condizionamenti arbitrali.”

I motivi legati a questa protesta pubblica e plateale sono legati ai due precedenti in cui l’arbitro Rocchi ha diretto MilanNapoli a San Siro, e in cui i partenopei si sono sentiti vittima di una condotta arbitrale a loro sfavorevole.

LEGGI ANCHE:   Mercato Napoli: la Salernitana punta Ounas, gli azzurri puntano allo scambio

Il primo risale al 2 novembre 2008. Il Napoli di Reja era in vetta al campionato al pari dell’Udinese, 20 punti in 9 gare. La sfida finì 1 – 0 grazie ad un autorete di Denis giunta a quattro minuti dalla fine. L’arbitraggio di Rocchi però non era comunque piaciuto agli azzurri per tre motivi: non prese provvedimenti nei confronti di Gattuso che urlo in faccia platealmente e in modo aggressivo verso Hamsik, con una severità di giudizio estrema espulse Maggio per doppia ammonizione ma soprattutto concesse un rigore molto generoso ai rossoneri. Fallo di mano, molto dubbio in quanto il braccio era attaccato al corpo, di Pazienza. Kakà fallì poi il rigore parato da Iezzo.

L’ultimo e più vicino precedente risale al 28 febbraio 2011, con Mazzarri in panchina e il Napoli secondo a meno tre dai rossoneri. Il Napoli perse la sfida con i rossoneri con un sonore 3 – 0, gli azzurri erano appena stati eliminati in Europa League dal Villareal e Lavezzi era squalificato. L’arbitraggio di Rocchi, dal punto di vista azzurro, fu ancora peggiore di quello del 2008. La gara fu sbloccata da un nuovo rigore fischiato da Rocchi per fallo di mano, anzi di gomito, di Aronica. Il difensore azzurro aveva toccato la palla col gomito al limite della linea di fondo a seguito di un contrasto con Pato, inoltre l’azione era viziata da due presunte irregolarità: un fallo commesso su Cannavaro e un fuorigioco, entrambi da imputare da Ibrahimovic.

LEGGI ANCHE:   Novità per Casale, il Verona l'ha fatto con il Napoli: la situazione

In questa stagione Rocchi ha già diretto due volte il Napoli: il 2 – 1 di Parma e la sconfitta per 2 – 0 contro il Chievo Verona. In carriera ha arbitrato il Napoli 18 volte (8 vittorie, 4 pari e 6 sconfitte). Anche con il Milan ha un doppio precedente in questa stagione, il pareggio di Parma e la sconfitta per 4 – 2 con la Roma. In totale con lui il Milan conta 8 vittorie, 4 pareggi e 11 sconfitte.

Fonte: Il Mattino