shinystat spazio napoli calcio news Campionato allievi regionali: finisce in rissa la partita tra Mazzeo San Sebastiano e Pollena calcio

Campionato allievi regionali: finisce in rissa la partita tra Mazzeo San Sebastiano e Pollena calcio


generica3_33Cronaca di un’illogica follia.

Non è il titolo di un best seller né di un film ,ma la frase che meglio sintetizza quanto accaduto  la scorsa domenica, all’interno di un rettangolo verde, nel quale si disputava una partita di calcio valida per il Campionato allievi regionali fascia B (miniallaievi regionali).

Mazzeo San Sebastiano-Pollena calcio: partita fortemente sentita, poiché le due formazioni occupano rispettivamente terzo e secondo posto e domenica scorsa la posta in palio non erano solo i tre punti, ma anche l’accesso ai play off.

Lo spettacolo offerto dalle due compagini in campo è stato apprezzabile, poiché hanno saputo inscenare una partita viva, avvincente, molto intensa, ma giocata, da entrambe le squadre, con estrema correttezza.

Il risultato finale di 1-1, infatti, ben rispecchia i valori espressi in campo.

Al triplice fischio del direttore di gara, si verifica qualche scaramuccia tra i giovani in campo, ma niente di rilevante.

I genitori dei ragazzi della Mazzeo, invece, si rendono protagonisti del “festival dell’inverosimile“, dando luogo a vere e proprie scene di guerriglia: scavalcano le recinzioni di gioco ed insieme ad altre persone alle quali, a partita in corso, era stato consentito di accedere a bordo campo, invadono il campo, generando una rissa tanto ingiustificata quanto scriteriata ed avulsa da qualsivoglia principio o regola, più o meno scritta, sulla quale il calcio, soprattutto quello giovanile, lecitamente ed indissolubilmente, dovrebbe ancorarsi.

Alcuni genitori colpiscono l’arbitro e un giocatore della squadra ospite, (un ragazzino di 15 anni), generando così il caos totale  per 10 minuti all’incirca.

I dirigenti del Pollena, fanno scudo per difendere i propri allievi dalle minacce verbali e fisiche, l’arbitro è in lacrime, per il duro colpo subito al volto ed è costretto a chiamare i carabinieri che provvedono a ripristinare la calma e provvedono al fermo di uno degli aggressori, mentre sul posto era accorsa anche un’ambulanza.

Tra l’altro, la scuola calcio Mazzeo non è novizia a simili episodi,  giacché, lo scorso anno, si è resa protagonista di un analogo atto violento: una partita disputata contro il Casalnuovo, terminò con un’invasione di campo dei genitori e megarissa annessa.

A onor del vero, si è trattato di una catastrofe quasi annunciata, poiché i genitori che prima del fischio finale erano stati fatti entrare nella zona spogliatoio dai responsabili della Mazzeo, avevano insultato e minacciato l’arbitro ripetutamente.

Il dovere di un cronista è quello di riportare integralmente le notizie, senza “sporcarle” di invenzioni e/o di considerazioni personali.

Anche perché, incerti casi, al cospetto di certe notizie, anche il cronista rimane a corto di parole.

E questo è uno di quei casi.

Questa è una di quelle notizie.

Luciana Esposito

Riproduzione Riservata

ULTIME NOTIZIE

CHI SIAMO

Spazio Napoli è un giornale online in cui troverai: news Napoli, calciomercato Napoli, biglietti Napoli, foto Napoli, video Napoli, Primavera Napoli.

NUOVEVOCI

Appendice sportiva della testata giornalistica “Nuovevoci” – Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore editoriale “SpazioNapoli.it”: Antonio Manzo

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da SSC Napoli Calcio

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl