La Primavera verso Roma per conquistare la finale di Coppa. Ma tanti assenti con cui fare i conti...

La Primavera verso Roma per conquistare la finale di Coppa. Ma tanti assenti con cui fare i conti...

primavera_tim_cup_napoli_lazio_calcio_spazionapoli_foto_video_pagelle (3)La Primavera giunge ad uno dei crocevia più importanti della stagione. Se in campionato le cose filano lisce come l'olio e i successi arrivano in successione, domani gli azzurrini si giocano, nel primo round della sfida, l'accesso alla finale di Primavera Tim Cup contro la Roma. Nuovamente di fronte, quindi, partenopei e capitolini: poco più di una settimana fa, in campionato, finì senza reti un match dominato per larghi tratti dagli azzurri che anche a Trigoria seppero imporre il loro gioco, così come fatto con tutte le squadre affrontate, anche le più ostiche.

Tuttavia domani l'impresa sarà leggermente più ardua: il Napoli infatti dovrà fare a meno di quattro pezzi importanti per lo scacchiere di Saurini. In difesa mancherà Allegra, a centrocampo bisognerà fare i conti con l'assenza di Palmiero, impegnato insieme a Tutino con l'Under 17. Mancherà anche il mattatore dell'ultima giornata di campionato contro il Crotone, Scielzo, fuori per squalifica. Insomma, Saurini dovrà fare i conti con assenze importanti e con dubbi amletici per ciò che concerne l'undici titolare.

Le ipotesi quindi sono due: riconfermare il 4-3-3, con l'innesto di Del Bono nel trio d'attacco insieme a Novothny ed Insigne, la presenza di Gaetano a centrocampo al posto di Palmiero e lo spostamento di Savarise sull'out difensivo di destra. Altrimenti il tecnico potrebbe pensare ad un cambio di modulo: 4-4-2, peraltro già utilizzato a gara in corso in alcune partite. In tal caso Insigne e Novothny formerebbero il duo d'attacco; a centrocampo Palma si sposterebbe sulla destra, con Fornito e Gaetano centrali e l'avanzamento di Nicolao sulla linea di centrocampo. In difesa Guardiglio agirebbe dietro l'esterno di Nocera Inferiore, con Savarise, Lasicki e Celiento a comporre il quartetto. Ovviamente, Crispino confermatissimo tra i pali.

Una certezza però c'è: anche in caso di risultato negativo, il Napoli potrà giocarsi tutte le proprie carte nel match di ritorno, dinanzi al proprio pubblico, mercoledì 30 gennaio. In quell'occasione non dovrebbe esserci alcun problema di formazione e Saurini potrà contare su tutti gli effettivi. Ed in casa il Napoli ha già affossato 3-0 i giallorossi, nella prima giornata di campionato...

 

 

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram